Home > A proposito delle comunali a Procida: un po' sul serio

A proposito delle comunali a Procida: un po' sul serio

di Giovanni Romeo

Dalla mattina di martedì 30 marzo, da quando cioè si è materializzata la sconfitta, inattesa per molti, della lista Insieme per Procida, di cui ero componente, ascolto, leggo, seguo con curiosità e attenzione reazioni, rilievi, sentimenti, umori. Premetto che resto convinto, come tanti nostri elettori, compresi i concittadini di destra che ci hanno votato con convinzione per la prima volta, che malgrado le molte scorrettezze dei vincitori abbiamo perso da soli, in particolare nelle ultime 48 ore, per un grave errore di valutazione commesso da Aniello Scotto e dai suoi più stretti collaboratori, buonisti convinti che ai continui attacchi alla sua persona, culminati nei due manifesti ignobili affissi la mattina di giovedì 25 marzo, non si dovesse rispondere, per non ‘scendere al loro livello’. Aggiungo però che la forza civile, culturale e politica che sta dietro i consensi raccolti dalla nostra lista è enorme e che si tratta solo di saperla usare bene, anche in considerazione 1) della estrema debolezza politica di una maggioranza litigiosa e composita, che ha vinto per il rotto della cuffia, senza superare, per la prima volta da molti anni, il 50% dei consensi, pur in elezioni in cui in Campania, ad ogni livello, l’avanzata della destra – soprattutto grazie al disastro dei rifiuti – è stata travolgente; 2) dei trasformismi e delle umane debolezze – chiamiamole così – di alcuni suoi esponenti di rilievo (anche un bambino si domanderebbe come mai candidati poi premiati dagli elettori hanno investito cospicue somme personali per una carica così modesta); 3) del pesante passato politico del nuovo sindaco (la gentilezza nei modi di cui ha sempre dato prova non elimina, purtroppo, la sua diretta e piena corresponsabilità nelle scelte più antipopolari delle ultime amministrazioni). Il quadro amministrativo che si apre è perciò vivo e mosso e rende molto più complicato a una giunta che è già minoranza nel paese perpetuare contenuti e metodi di governo largamente impopolari, bocciati dalla maggioranza degli elettori.

Giovanni Romeo

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *