Home > Abusi edilizi, Salvatore Sirabella chiede il rinvio delle demolizioni a dopo l’estate

Abusi edilizi, Salvatore Sirabella chiede il rinvio delle demolizioni a dopo l’estate

“Si rischia il disastro per l’immagine di Ischia e Procida”

“Le demolizioni degli abusi edilizi devono essere rimandate alla fine della stagione turistica, altrimenti il danno d’immagine per le isole di Ischia e Procida sarà gravissimo e diffuso a tutti i livelli, in Italia ed all’estero”.

E’ quanto chiede Salvatore Sirabella, consigliere comunale casamicciolese e candidato al consiglio provinciale di Napoli per conto del “Movimento Per le Autonomie”, con Cesaro presidente.

“Condivido pienamente i dubbi e le perplessità esternate da albergatori ed operatori del turismo”, afferma Sirabella, il quale spiega: “E’ evidente che l’inizio, proprio adesso, di una campagna di demolizioni, con tutto l’inevitabile corollario di problemi di ordine pubblico, intervento massiccio delle forze dell’ordine e conseguenti drammi umani non potrà che infliggere un durissimo colpo all’immagine delle nostre isole: e si capisce benissimo che, con una crisi economica generale, e turistica in particolare, non possiamo permetterci il lusso di vedere i prodotti ‘Ischia e Procida’ sbarcare sui mass media italiani e stranieri in modo così negativo”.

Inoltre, secondo il politico casamicciolese “bisogna assolutamente trovare una soluzione legislativa che consenta di sanare definitivamente gli abusi di necessità”; per questo “appoggio pienamente l’iniziativa del sindaco di Casamicciola, D’Ambrosio, di farsi parte diligente nell’aver convocato una riunione operativa con tutti i primi cittadini isolani, nel tentativo di addivenire ad una piattaforma politica in grado di riscontrare consensi e sensibilità ai livelli superiori”.

www.ischiablog.it

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *