Home > Arpac presenta la relazione sullo stato dell’ambiente in Campania

Arpac presenta la relazione sullo stato dell’ambiente in Campania

relazione-ambiente-arpacQuattrocentoquaranta pagine, quattordici capitoli, 370 figure tra grafici, cartografia e fotografie: sono i numeri della Relazione sullo stato dell’ambiente in Campania 2009, che si propone come testo di riferimento per cittadini, istituzioni ed esperti. Un documento per conoscere “come stanno le cose”, dalla A alla Z, sui temi ambientali in Campania. La Relazione sarà presentata lunedì 15 giugno nella sala Mimosa dell’hotel Holiday Inn, a Napoli, nel corso di un convegno in programma a partire dalle 16. Aprirà i lavori il direttore generale Arpac, Luciano Capobianco. Introduzione a cura di Nicola Adamo, responsabile del Servizio sostenibilità ambientale. Interverranno, tra gli altri, Marinella Vito, direttore tecnico dell’ente, Giuseppe D’Antonio, direttore del Centro regionale inquinamento atmosferico, Antonio Onorati, responsabile dell’unità operativa Sistemi specialistici e Sistemi informativi ambientali, Caterina d’Alise, esperta di sostenibilità ambientale.

Durante il workshop verranno distribuite copie della pubblicazione. La Relazione, d’altra parte, sarà disponibile gratuitamente per i cittadini, che potranno richiederla a partire dalla prossima settimana al Servizio comunicazione dell’ente, telefonando ai numeri 081/2326401 oppure 081/2326419, 081/2326414, 081/2326417. A breve sarà possibile inoltre scaricarne una copia elettronica dal sito web www.arpacampania.it.

Inseriti nel rapporto, tra l’altro, i dati sulle emissioni di gas serra in Campania, gli indicatori sui cambiamenti climatici, le rilevazioni sulla qualità dell’aria nelle aree metropolitane, i risultati dei rilievi sui campi elettromagnetici, le indagini sul rumore nella città di Napoli, le campagne per il monitoraggio delle diossine, il censimento dei siti contaminati e delle aree soggette ad abbandono incontrollato di rifiuti, i dati sulla legionella, sui pollini e i fitofarmaci, lo stato dei fiumi, delle acque sotterranee e del mare, le statistiche sul ciclo dei rifiuti.

«La Relazione sullo stato dell’ambiente», scrive Luciano Capobianco nella presentazione del volume, «rappresenta uno strumento di conoscenza rivolto a un pubblico ampio e si prefigge l’obiettivo di “raccontare” lo stato di fatto complessivo della realtà territoriale campana, attraverso l’analisi di numerose variabili ambientali. Variabili – sottolinea il direttore generale dell’Agenzia – sulle quali oggi disponiamo di informazioni più ricche e puntuali, anche grazie agli investimenti che Arpac ha potuto effettuare con il cofinanziamento dell’Unione Europea. Per citare soltanto alcuni esempi: le reti di monitoraggio delle acque e della qualità dell’aria sono state ampliate e rafforzate; sono state realizzate numerose attività di caratterizzazione dei siti contaminati di importanza nazionale; la conoscenza della consistenza dei flussi di produzione e smaltimento dei rifiuti risulta decisamente migliore rispetto a quella di qualche anno fa e sono state avviate attività a forte specializzazione, quali il Centro meteorologico climatologico e il laboratorio Diossine».

Fonte: http://www.arpacampania.it/dett_news.asp?id_news=1487

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *