Home > Bambini leggeri. Pannolini lavabili lo speciale!

Bambini leggeri. Pannolini lavabili lo speciale!

[youtube vi3iIQR2qec]

Lo Speciale di Marzo della trasmissione su RADIOUNO: “TORNANDO A CASA”, propone una tipologia di “acquisti verdi” ancora poco diffusa tra le Pubbliche Amministrazioni che hanno avviato o intendono avviare progetti di Green Public Procurement (GPP): i pannolini lavabili.

Eppure, in materia di riduzione di rifiuti, la diffusione dei pannolini lavabili in luogo degli usa e getta garantisce risultati ineguagliabili.

Nei primi due anni e mezzo di vita, ogni bambino produce una quantità di rifiuti pari a circa una tonnellata e mezzo di pannolini, con un impatto ambientale analogo a quello di un’automobile che percorra 3 mila chilometri. Ogni giorno in Italia vengono utilizzati almeno sei milioni di pannolini usa e getta, che in un anno corrispondono a 2 miliardi e 190 milioni di pannolini di plastica. I pannolini prodotti in Europa ogni anno corrisponderebbero a un edificio alto 800 metri per una superficie di un ettaro!

Soprattutto, l’impatto ambientale del ciclo produttivo di un pannolino usa e getta è elevatissimo rispetto a quello di un pannolino lavabile: 3,5 volte più energia, 8 volte più materie prime non rinnovabili, 90 volte più risorse rinnovabili, 2,3 volte più acque di scarico, 30 volte più di rifiuti solidi. Per produrne 500 occorre abbattere un albero di medie dimensioni. Nella fase produttiva consumano un’enorme quantità di risorse naturali: energia, acqua, polpa di legno, plastica, idrogel, ecc.. Vengono inoltre abitualmente sbiancati al cloro.

Infine, lo smaltimento: i pannolini usa e getta abbandonati nell’ambiente (o in una discarica) necessitano di 500 anni per degradarsi. Se bruciati, essendo di plastica, liberano diossina. Agli evidenti benefici che derivano a una Pubblica Amministrazione dalla diffusione dei pannolini lavabili nel proprio territorio, si affiancano molti benefici per le famiglie che scelgono di utilizzarli, economici e medico-sanitari.

Nonostante gli innegabili vantaggi e anche la praticità d’uso dei modelli di pannolini lavabili oggi disponibili in commercio (non dobbiamo pensare ai ciripà di una volta!), la loro diffusione in Italia è ancora piuttosto limitata – non ci sono studi di settore, ma il dato si può facilmente dedurre dall’esperienza che ci circonda, dove è difficile vedere bambini con pannolini lavabili.

Il portale AcquistiVerdi.it ha scelto di dedicare uno Speciale ai pannolini, avvalendosi anche delle informazioni fornite dal portale www.pannolinilavabili.info, per esplorare il ruolo determinante che una Pubblica Amministrazione può giocare attraverso l’acquisto di pannolini lavabili per i propri asili nido o per le famiglie residenti: offrire il buon esempio e incentivarne l’adozione. Dopo aver indagato l’ampia gamma di prodotti oggi esistenti in commercio, lo Speciale approfondirà le due principali modalità attraverso le quali una Pubblica Amministrazione può contribuire alla diffusione dei pannolini lavabili nel proprio territorio:
1) Incentivi alle famiglie residenti;
2) Acquisto per gli asili nido comunali.

Per entrambe le modalità vedremo quali scelte sono state fatte da alcune Amministrazioni italiane “virtuose” e intervisteremo i protagonisti per capire da esperienze concrete qual è il bilancio di questo tipo di iniziativa.

Scarica lo speciale a questo indirizzo:
www.acquistiverdi.it

 www.marcoboschini.it

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *