Home > Campagna "Porta la sporta": un primo bilancio positivo!

Campagna "Porta la sporta": un primo bilancio positivo!

Di Silvia Ricci – Responsabile Campagna “Porta la sporta!

Dal lancio del sito diPorta la sporta” avvenuto il 22 marzo 2009 la nostra attività di informazione capillare non si è MAI FERMATA, neanche a ferragosto o a natale come potranno testimoniare gli amministratori di comuni e provincie che hanno ricevuto il nostro invito ad aderire alla campagna.

Entro metà gennaio con la regione Sicilia si sarà concluso l’invio dell’invito che ha interessato il 90% degli oltre 8100 comuni italiani e tutte le relative provincie.? Nessun ente promotore di una campagna ha fatto questo sino ad ora e soprattutto nessuno sino ad ora lo ha fatto a ZERO finanziamenti e sulla base di lavoro volontario.

Il nostro progetto “chiavi in mano” scaricabile dalla sezione del sito Entra in azione composto da un modello di delibera con piano di intervento, volantini, locandine, testi per comunicati di varia natura è stato da noi ulteriormente promosso attraverso consulenza e personalizzazioni grafiche gratuite richiesteci da alcuni amministratori degli oltre 200 comuni che ci hanno contattati negli ultimi tre mesi.

Ma non ci siamo dedicati solamente agli enti locali, abbiamo anche contattato a livello nazionale e chiesto la collaborazione a diverse associazioni di salvaguardia ambientale, alle principali associazioni dei consumatori, ai centri di educazione ambientale, a una buona parte delle aziende di igiene ambientale del nord Italia e alle direzioni centrali dei maggiori gruppi della grande distribuzione organizzata (con esiti alquanto deludenti per quest’ultima categoria di soggetti su cui torneremo prossimamente con maggiori dettagli).

L’evento internazionale della giornata del 12 settembre “plastic bag free” da noi lanciato in Italia attraverso il nostro sito, un po’ in sordina , grazie al passaparola del web ha ottenuto quell’attenzione dei media che non si è verificata neanche in Inghilterra, paese da cui è partita l’iniziativa regalandoci nuove adesioni e importanti contatti.

Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti perché siamo certi di aver “armato la mano” a tanti amministratori, associazioni e singoli cittadini sensibili a tematiche ambientali o di aver dato la spintarella finale per far partire idee o progetti magari già in incubazione. E non ci riferiamo solamente a quelle iniziative che hanno adottato “Porta la sporta” ma anche a tutte le altre iniziative che siamo certi di aver ispirato con la nostra comunicazione capillare, in alcuni casi anche martellante e con quanto messo a disposizione su questo sito.

Abbiamo anche reintrodotto il nome sporta in regioni dove il termine non era conosciuto e probabilmente anche Unicoop Tirreno a Velletri che ha intitolato il servizio a domicilio “sporta a porta” si è ispirata alla nostra campagna.

Vogliamo ringraziare tutti quelli che ci hanno sostenuto a tutti i livelli dando risalto al nostro progetto come le sedi ANCI di Lombardia e Friuli Venezia Giulia, gli amministratori che hanno adottato la nostra campagna personalizzandola con passione e fantasia come sta avvenendo nei comuni di Collegno To, Sassoferrato AN, Verona, Santarcangelo RM, Torriana RM, Ponte alle Alpi BL e in tanti altri.

Ringraziamo anche i consiglieri che stanno proponendo da settimane l’adozione della campagna nei propri comuni e a loro chiediamo di non demordere, per poter diffondere con maggior impulso nel corso di questo nuovo anno l’adozione della sporta e di una cultura del riutilizzo.

www.comunivirtuosi.org

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *