Home > Citarelli: "Il Procida deve rimanere forte nella mentalità"

Citarelli: "Il Procida deve rimanere forte nella mentalità"

mister-citarelli.jpgE’ stata già superata sull’isola di Procida la delusione dopo la sconfitta nella sfida contro il San Pio Mondragone. Una squadra così forte non può abbattersi alla prima difficoltà e con grande orgoglio e a testa altissima i biancorossi sono pronti a ricominciare la propria marcia verso la vittoria del campionato già dalla prossima gara contro l’Aenaria Lacco Ameno. Molto sereno appare al novantesimo anche Mister Citarelli che accetta con molta tranquillità il verdetto finale del campo complimentandosi anche con i suoi calciatori per una buona prova sfornata su un campo in pessime condizioni. “Io sono molto tranquillo e sereno – afferma Citarelli – e sono contento della prestazione della mia squadra. Abbiamo lottato con il cuore su un campo pessimo, non adatto per giocare una partita di calcio. Non si poteva giocare su un terreno di gioco in quelle condizioni. Sono felice soprattutto per l’impegno, la serietà ed il carattere che hanno messo in campo i miei giocatori. Sono usciti a testa altissima dal campo dimostrando che il primato in classifica sicuramente non è casuale. Se siamo al primo posto significa che lo meritiamo. Io non piango, mi sento un uomo e quello che ci hanno riservato dalle ore 13 fino a quando abbiamo lasciato lo stadio me lo tengo per me e vado avanti con dignità, da vero uomo. Non voglio piagnucoloni e femminucce e non voglio scuse per giustificare questa sconfitta. Accettiamo con grande dignità il verdetto del campo e da Martedì ricominceremo a lavorare per preparare i prossimi impegni.” Il calcio è veramente un gioco strano. Forse è questo che lo rende bellissimo. Il Procida nella ripresa ha costruito le azioni più pericolose ma ha subito un gol molto casuale, viziato anche da una netta carica sul portiere Capece, e per questo episodio ha perso la partita. Gol che è stato siglato da Pagliuca, attaccante del Mondragone che per novanta minuti non ha visto palla perché marcato alla perfezione da Massimo Malgieri e Giovanni Senese. Ma Citarelli non sembra né deluso né arrabbiato per come è maturata la sconfitta. “Io sono davvero contentissimo della prestazione della difesa – commenta Citarelli – e c’è stata una prova veramente super di Massimo Malgieri e Senese. Per quanto riguarda il loro attaccante Pagliuca non voglio commentare.” Partita che è stata decisa da un grave errore arbitrale. Infatti su un innocuo cross dalla destra Capece era uscito con perfetta scelta di tempo prima di subire una carica da Pagliuca che ha messo la palla in rete. Ma Citarelli non vuole commentare le decisioni arbitrali. “Io sono sempre coerente con me stesso – dice l’allenatore procidano – sia quando ci sono stati episodi a mio favore che contro non ho mai parlato degli arbitri. Ho sempre fatto così da quando ho cominciato ad allenare e continuerò a comportarmi in questa maniera. Gli errori arbitrali possono capitare e non è il caso di parlarne.” Dopo questa gara il ritardo del Mondragone dal Procida si è ridotto a soli due punti. Ma per Citarelli il Procida continuando ad impegnarsi in questo modo può sicuramente mantenere questa posizione di classifica fino alla fine del campionato. “Il Procida deve rimanere forte nella mentalità – spiega Citarelli – e nella forza di gruppo. Se manteniamo questa mentalità sono sicuro che noi siamo i più forti. Però dobbiamo continuare a rispettare tutti. Accettiamo questa sconfitta ed usciamo a testa alta da questa partita.” A Mondragone il Procida è caduto ma è caduto in piedi e sicuramente avrà la forza di ricominciare e dimostrare di essere ancora la più forte.

Mario Lubrano Lavadera (da www.usprocida.it)

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *