Home > Crisi al Comune di Procida: Il Sindaco Lubrano azzera la Giunta ed apre le consultazioni.

Crisi al Comune di Procida: Il Sindaco Lubrano azzera la Giunta ed apre le consultazioni.

In maniera alquanto improvvisa, ma certo non inaspetta visto l’accelerazione degli ultimi giorni dopo il noto litigio con l’assessore Salvatore Costagliola, il Sindaco di Procida Gerardo Lubrano Lavadera, azzera l’intera Giunta Comunale ed avvia una nuova fase politica sulla base del sostanziale cambiamento dello scenario che ha determinato un rimescolamento generalizzato di gruppi, alleanze e posizioni politiche all’interno del Civico Consesso.
Come dice il Sindaco Lubrano nel comunicato diramato subito dopo la firma del Decreto n. 30 di revoca delle nomine assessoriali, di vicesindaco e di tutte le deleghe connesse: “Gli accadimenti degli ultimi giorni e, più in generale, il mutamento completo del quadro politico che, dalle ultime elezioni comunali del 2005 ad oggi, ha portato i due gruppi presenti in Consiglio Comunale, “Procida in Progresso” ed “Unione per Procida”, ad una diversa fisionomia con la nascita di nuove formazioni e lo scioglimento delle coalizioni che si sottoposero al giudizio degli elettori, richiedono la verifica ed un approfondimento politico per assicurare il corretto ed equilibrato svolgimento dell’azione amministrativa e per completare con la necessaria efficacia il mandato ricevuto dagli elettori.
Ritenuto, pertanto, necessario procedere ad un esame della situazione politica, con riserva di conseguenti provvedimenti al fine di garantire l’organicità nonché la collegialità in relazioni alle importanti scadenze, è mia intenzione verificare, nel più breve tempo possibile, l’esistenza delle condizioni, degli uomini e di gruppi che con positività ed affidabilità politica, siano in grado di dare una nuova spinta all’azione amministrativa dell’isola in questo tratto di consigliatura, tenuto conto delle importanti scadenze in agenda.
Tutto questo nell’ottica di un trasparente rapporto tra le istituzioni e il cittadino dove la libera espressione delle posizioni, laddove assuma il carattere di un’alternativa programmatica e progettuale, si traduca in una diverso rapporto tra maggioranza ed opposizione”.
Si apre, quindi, una nuova fase con il Sindaco Lubrano che ha già fissato per la mattinata di domani l’incontro con i componenti Maria Capodanno e Tecla Lubrano de “I Riformisti per Procida” ed a seguire con Dino Ambrosino, Michele Romano e Antonio Intartaglia facenti parte del Partito Democratico, ancora da concordare l’appuntamento con i consiglieri di “Alternativa Liberare”.
Una situazione estremamente fluida, quindi, che comunque vada a finire, in un modo o nell’altro, oltre ad inevitabili strascici di carattere personale, determinerà un diverso quadro politico ed amministrativo dell’isola di Procida. Sul tavolo, da una parte, la proposta dei Riformisti di un governo “della buona volontà” che si prefigga degli obiettivi minimi e concreti, in rapporto alle tante questioni aperte a partire dal condono edilizio, alle ordinanze di abbattimento di immobili, alla situazione economica, così da scongiurare la venuta del Commissario, dall’altro, secondo Gennero Cibelli capogruppo di “Alternativa Liberale”, la non possibilità di ricostituire un quadro politico credibile e l’inevitabile scioglimento del Consiglio e le elezioni anticipate.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *