Home > Definitivamente chiusa l’esperienza di “Unione per Procida”

Definitivamente chiusa l’esperienza di “Unione per Procida”

A seguito dello scossone politico che si è registrato nelle ultime sedute di Consiglio Comunale, la politica procidana, almeno quella rappresentata nel civico consesso, sembra aver cambiato molti dei suoi connotati ed è quindi alla ricerca di nuovi equilibri, sia nella coalizione di maggioranza che di minoranza. Proprio in quest’ultima, che tra le due sembra essere quella ad aver maggiormente risentito del contraccolpo, dopo l’uscita dal gruppo “Unione per Procida” del consigliere Vincenzo Capezzuto jr, che si è dichiarato indipendente, seguito a ruota da Maria Capodanno e Tecla Lubrano, che hanno dato vita al gruppo dei “Socialisti per Procida”, registriamo, e di seguito riportiamo, una nota del prof. Michele Romano inviata ai consiglieri Dino Ambrosino, Fabrizio Borgogna, Vincenzo Capezzuto jr, Maria Capodanno, Antonio Intartaglia e Tecla Lubrano.
“Carissimi amici, nel prendere atto che in un succedersi di accadimenti che partono dal distacco di due consiglieri che hanno formato il gruppo “Procida Democratica” (n.b. Dino Ambrosino e Fabrizio Borgogna) e giunto a conclusione nel mese di novembre con ulteriore distacco sia di due consiglieri che hanno dato vita al gruppo “Socialisti per Procida” e di un altro in libera uscita, ritengo che sia completamente esaurita la sperimentazione progettuale della lista “Unione per Procida” presentatasi alle elezioni comunali del 2005 con il sottoscritto come candidato Sindaco.
A tal proposito, lo scrivente, insieme al consigliere Intartaglia, rimasto l’unico a condividere fino in fondo l’esperienza, intende aprire una nuova fase di organizzazione di identità consiliare ispirata alle idee e ai valori del movimento democratico, aperto “in primis” a chi in questo Consiglio già possiede un comune sentire, per cui sento di rivolgermi al consigliere Dino Ambrosino e a tutti coloro che vogliono condividere tali valori ed idee.
Inoltre, dopo il fallimento di coalizioni tra gruppi troppo spesso conflittuali tra di loro tali da paralizzare e rendere scarsamente credibile le proprie iniziative politiche, il mio augurio è quello di costruire un percorso in modo netto e trasparente con tutti coloro che non condividono l’attuale quadro politico di governo dell’isola.”
Sin qui le considerazioni del prof. Romano, di fatto ex capogruppo di “Unione per Procida” il quale, a suo modo, non nasconde le difficoltà che si sono dovute affrontare, risultati alla mano senza grandi successi, in una coalizione eterogenea e, forse, sorta senza un reale progetto condiviso. Oggi, quindi, si apre una nuova stagione che potrebbe portare alla “manifestazione”, anche in Consiglio Comunale, del Partito Democratico, di cui è coordinatore politico l’ing. Giovanni Villani.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *