Home > Calcio > Eccellenza: Il Procida vince a Portici e spezza la serie negativa

Eccellenza: Il Procida vince a Portici e spezza la serie negativa

306211_procida-calciodi MARIO LUBRANO LAVADERA
PORTICI 1906 0 – 1 ISOLA DI PROCIDA
PORTICI 1906: Iaccarino 5, Caccia 5,5 (39′ s.t. Murolo s.v.), Marigliano 5, Silvestro 6, Borrelli 6, Porcaro 6, Pugliese 5,5 (27′ s.t. Rega s.v.), De Nicola 6, Foggia 6, Loasses 6,5, Scielzo 6,5. (In panchina Borriello, Giannino, Micalizzi, Germoglio, Di Matteo) All. Tarantino Achille 6
ISOLA DI PROCIDA: Bardet 7, Rivetti 6,5, Marsicano 7, Aprile 7, Vallefuoco 7, Fiorillo 7, Muro 6,5 (32′ s.t. Minauda s.v.), Gaveglia 6,5, Petricciuolo 7 (47′ s.t. Attore s.v.), Costagliola A. 7,5 (36′ s.t. Costagliola L. s.v.), De Gregorio 6,5. (In panchina Scotto di Marrazzo, Cibelli, Strazzulli, Cifani) All. Lubrano Lavadera Biagio 6,5
ARBITRO: Di Capua di Nola 6 (ass. La Marra di Napoli e Romano di Nocera Inferiore)
RETI: 19′ s.t. Costagliola A.
NOTE: calci d’angolo 2-2. Ammoniti Caccia, Borrelli, De Nicola, Loasses (Po), Rivetti, Vallefuoco, Petricciuolo (Pr). Durata p.t. 47′, durata s.t. 48′. Spettatori 400 circa.
Il Procida scaccia i fantasmi con una vittoria sofferta, ma meritata, ottenuta sul difficile campo di Portici. Un successo che rilancia i biancorossi nel morale e nella classifica, arrivato grazie ad un gol di Tony Costagliola, uomo in più degli isolani in questo momento del campionato. Suoi, infatti, gli ultimi tre gol siglati dal Procida. Al di là del gol decisivo del funambolico trequartista biancorosso, sono tante le note positive di questo pomeriggio sportivo per la formazione del tecnico Lubrano: dalla ritrovata solidità difensiva, complice anche l’inserimento di Rivetti ed un affiatamento ormai collaudato tra Vallefuoco e Fiorillo, al grande lavoro svolto a centrocampo dal quartetto schierato dall’allenatore isolano, fino alla grande prova di sacrificio, condita da una discreta qualità, sfornata dal centravanti Vincenzo Pericciuolo, all’esordio assoluto in stagione. Eppure la partenza era stata favorevole per i padroni di casa di Achille Tarantino, reduci da tre risultati utili consecutivi dove la formazione napoletana era riuscita nell’impresa di ottenere sette punti su nove contro squadre di acclarato valore quali San Marco Trotti e Gladiator ed espugnando un campo difficile come quello di Bacoli. Al 3′ irresistibile discesa palla al piede del numero undici locale Scielzo, il classe ’94 crossa al centro trovando completamente libero Foggia il cui sinistro si perde incredibilmente alto sopra la traversa. Al 6′ arriva la risposta dei biancorossi con Tony Costagliola che, servito da Petricciuolo, calcia con il sinistro alzando troppo la mira. Al 10′ punizione dalla destra di Loasses, in piena area di rigore arriva la devizione di De Nicola respinta con un miracoloso intervento di piede del portiere isolano Bardet. Tre minuti dopo Portici ancora pericoloso su palla inattiva: Loasses scodella al centro da calcio d’angolo, Borrelli svetta più in alto di tutti ma ci pensa il palo a salvare il Procida. Dopo un inizio di gara alquanto emozionante, la partita vive una lunga fase di stallo dove le due squadre si controllano a vicenda badando maggiormente a non farsi del male. Bisogna attendere addirittura la ripresa per assistere ad azioni degne di nota. Nel secondo tempo il Procida entra in campo con altro piglio, giocando con personalità. Al 19′ Costagliola riceva la palla sulla destra, rientra e fa partire un cross tagliato che Petricciuolo non riesce a deviare verso la porta: il movimento del centravanti isolano inganna però Iaccarino che, sorpreso dalla traiettoria, non riesce nell’intervento e deve raccogliere la sfera dal sacco. Procida in vantaggio con il quarto gol stagionale di Tony Costagliola che sta avendo un grande rendimento in quest’inizio di stagione. La reazione locale arriva dopo pochi secondi con una rovesciata di Foggia bloccata senza problemi da Bardet. Al 22′ è ancora Costagliola-show: l’attaccante isolano sfugge in velocità a Pasquale Borrelli e fa partire un grande sinistro in diagonale che sfiora il palo. Al 38′ azione personale di Scielzo che rientra saltando Rivetti e calcia di destro a lato. Al 45′ Loasses calcia una punizione dal limite, la palla supera la barriera costringendo Bardet al miracolo, sulla palla si fionda Pasquale Borrelli che, a porta vuota, colpisce un palo clamoroso. Incredibile occasioni per il Portici e Procida che, dopo tre minuti di recupero, può festeggiare il ritorno alla vittoria. I biancorossi hanno mostrato grande voglia e abnegazione in questa gara, segno che l’avvento del nuovo DS Governucci ha dato gli effetti sperati. Ora gli isolani devono riprendere la marcia d’inizio stagione dando continuità a questo risultato già dal prossimo turno interno contro il Gladiator.

Potrebbe interessarti

Procida-Ischia 3-0. Il Procida ribalta il risultato dell’andata e ipoteca il passaggio del turno

PROCIDA – Una “remuntada” a tutti gli effetti come si usa dire in questi casi, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *