Home > Elezioni europee: la blogosfera vota quelle della maleducazione

Elezioni europee: la blogosfera vota quelle della maleducazione

politicaliveE’ l’unica vera par condicio rispettata da tutti ad ogni tornata elettorale: quella del manifesto selvaggio. Destra o Sinistra, poco importa: lo scempio è bipartisan e non c’è uno schieramento o una regione d’Italia che si salvi da questa pratica indecente.

“Posteroni” zeppi di facce che sorridono da ogni dove, incuranti dei vari divieti di affissione e tanto più del decoro urbano, non risparmiano niente e nessuno: staccionate dei cantieri, scuole, negozi, cabine telefoniche, secchi della spazzatura, abitazioni, affissioni regolari.

Ormai non ci facciamo neanche più caso, tanto rappresentano la normalità che siamo abituati a vivere e a subire ad ogni appuntamento elettorale. Televisioni, radio e giornali ogni tanto ci provano a riportare l’attenzione dell’opinione pubblica sul problema.

Sfruttando l’interattività e la partecipazione attiva dei lettori offerta da Internet, quest’anno il dibattito si sposta sulla blogosfera.

In particolare su PoliticaLive (www.politicalive.com) sono state indette, goliardicamente, una sorta di elezioni parallele per decretare la maggioranza che si aggiudicherà il premio simbolico delle “Europee della maleducazione”.

Partendo da Roma, il blog professionale sulla politica del network iSayBlog! (www.isayblog.com) si fa portavoce della “galleria degli orrori” raccogliendo le peggiori affissioni abusive segnalate dagli utenti e stilando la classifica dei manifesti piazzati con maggiore inciviltà in queste elezioni europee: “vincerà il centro-destra? trionferà il centro-sinistra? o si affermerà qualche outsider? Ai poster(i) l’ardua sentenza

di Rudy Bandiera

http://www.hwgadget.com

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *