Home > Il Coordinamento Cittadinanza Attiva Procida diffida il Comune perchè non adempie alla Raccolta Differenziata

Il Coordinamento Cittadinanza Attiva Procida diffida il Comune perchè non adempie alla Raccolta Differenziata

Riceviamo e pubblichiamo l’ultimo volantino a firma del Coordinamento Cittatidanza Attiva Procida dal titolo significativo “TUTTI A CASA : ARRIVA IL COMMISSARIO”, con a margine il testo della diffida per l’inademipenza del Comune nell’avvio della Raccolta Differenziata; inviato a Guido Berlolaso Sottosegretario di Stato Delegato all’emergenza rifiuti nella regione Campania, al Ministro dell’Interno Roberto Maroni e al Prefetto di Napoli e Provincia dott. Pansa.

Il 7 marzo 2008 la giunta comunale su obbligo di un precedente decreto governativo con oggetto l’emergenza rifiuti in Campania presentava un piano di raccolta differenziata porta a porta da applicare a partire dal 10-4-2008.

A tutt’oggi questo piano, dopo chiacchiere torrenziali, rimane inapplicato, i rifiuti vengono raccolti in modo indifferenziato, malgrado la buona volontà dimostrata dai cittadini.

Per questo Il coordinamento Cittadinanza attiva ha chiesto ai sensi dell’articolo 3 dell’ultimo decreto Berlusconi 172/8 al Sottosegretario di Stato Delegato all’emergenza rifiuti nella Regione Campania

il Commissariamento della Giunta Comunale.

Ai cittadini ricordiamo che Mercoledì 19 Novembre ore 14,30

si svolgerà una seduta del Consiglio Comunale sulla dismissione da parte del comune del Porto Turistico. Come Coordinamento abbiamo chiesto la sospensione di questa dismissione perché priva di trasparenza, economicamente immotivata, politicamente sbagliata per la rinuncia a valorizzare una risorsa strategica per l’isola.

Partecipiamo compatti per dire NO all’ennesimo attentato al futuro della nostra isola, che come la raccolta differenziata, testimonia il fallimento di una Giunta che ha un unico obiettivo: l’autoconservazione.

Chiediamo a tutti i consiglieri responsabili anche di maggioranza di prendere le distanze, per il bene dell’isola, da questo sfacelo amministrativo.

TESTO DELLA DIFFIDA:

Il Coordinamento CITTADINANZA ATTIVA DI PROCIDA, libera forma di partecipazione all’Amministrazione locale, riconosciuto ed inserito nell’Elenco degli Organismi Associativi del Comune di Procida,

ATTESO

che, con delibera di Giunta Comunale del 7-3-2008, n. 39 e con Ordinanza Sindacale del 10-3-2008 n. 32 si istituiva la raccolta differenziata porta a porta a far data 10-4-2008; che, ancora a tutt’oggi; nonostante la cittadinanza depositi nei giorni stabiliti dall’apposita Ordinanza Sindacale il materiale differenziato, lo stesso viene raccolto in modo indifferenziato;

SOTTOLINEATO
Che, il medesimo organismo ha già promosso una petizione popolare circa la piena attuazione del Piano Comunale del 7-3-2008 ed il vero avvio della raccolta differenziata porta a porta;
FACENDO SEGUITO alla precedente diffida ad adempiere notificata in data 19-6-2008 all’Amministrazione Comunale, al gestore del Servizio e trasmesso alla S. V. Ill.ma, e qui allegata in copia e stante a tutt’oggi, l’inosservanza di tale obbligo di legge posto a carico del Comune di Procida, con la presente istanza

CHIEDE
un intervento sostitutivo; ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del decreto legge 172/08 nei confronti del Sindaco e dei componenti della Giunta Comunale, inadempiente.
Nell’attesa di un sollecito riscontro, porge distinti saluti.

Per il Cooridnamento
Tommaso Forestieri, Antongiulio Traiola, Basilio Luoni

Sarica il volantino in pdf diffuso dal Coordinamento cliccando QUI

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *