Home > Il Procida supera anche la prova Acerrana.

Il Procida supera anche la prova Acerrana.

mister-citarelli.jpgUn’altra grande prova di classe ma soprattutto di carattere dell’undici di Citarelli contro un’ Acerrana che si giocava contro al Procida una delle ultime chance per agguantare in extremis i play out. Nonostante un ambiente ostile e molta confusione da parte della terna arbitrale i biancorossi hanno portato a casa tre punti fondamentali. Mister Citarelli deve rinunciare solo allo squalificato Alessandro Malgieri che sconta l’ultima delle quattro giornate di squalifica assegnategli dal giudice sportivo dopo la gara di San Felice a Cancello. Carabellese viene schierato sul settore destro del centrocampo con Intartaglia al fianco di Del Gaudio. In attacco sarà ancora una volta decisiva la coppia formata da Pianese e Bottone. L’Accerrana in attacco è quasi inesistente e gli unici pericoli arrivano da qualche calcio piazzato calciato dall’ottimo Lafragola. Parte subito forte il Procida. Al 6’ cross di Intartaglia su punizione e colpo di testa di Bottone che termina alto. All’11’ ci prova lo stesso Bottone su punizione dai 25 metri ma la palla sfiora il palo alla destra di Loffredo. Al 16’ ci provano i padroni di casa con una punizione di Lafragola deviata di testa da Di Fenza, ma la conclusione si perde alta sopra la traversa. Al 22’ cross di Di Dato a premiare l’ottimo inserimento di Del Gaudio che di testa sfiora il palo. Al 25’ punizione di Lafragola dalla destra e tiro di Busto sul secondo palo con la palla che termina sul fondo. Un minuto più tardi sempre dagli sviluppi di una punizione calciata da Lafragola la palla arriva a Scarpellini che calcia alto. Al 32’ accade un episodio molto curioso. Intartaglia crossa su punizione dalla sinistra, in area Di Dato colpisce di testa e Bottone devia in rete con la mano. L’arbitro assegna il gol così come l’assistente che si dirige verso il centrocampo. Quest’ultimo, però, dopo le proteste dei calciatori locali cambia la decisione, annullando il gol dell’attaccante procidano. Ma il vantaggio è rimandato di pochi minuti. Al 39’ cross di Intartaglia, in area si crea una mischia con Busto che respinge una conclusione con un netto fallo di mano. L’arbitro non ha dubbi nell’assegnare la massima punizione al Procida. Dal dischetto va Marco Bottone che si fa respingere la conclusione da Loffredo. Il direttore di gara, però, fa giustamente ripetere il rigore a causa della presenza in area di molti giocatori dell’Acerrana e nel secondo tentativo Bottone non sbaglia e porta il Procida in vantaggio. E’ il diciottesimo gol stagionale per l’attaccante biancorosso. Termina con il vantaggio del Procida la prima frazione di gioco. Nella ripresa l’Acerrana prova in qualche modo a pareggiare ma il Procida è nettamente superiore. Al 5’ cross di Intartaglia su punizione e colpo di testa di Del Gaudio che sfiora l’incrocio. Al 10’ ci prova Castiglia dalla lunga distanza ma blocca Capece in due tempi. Al 12’ cross di Intartaglia su punizione e Pianese, spalle alla porta, si inventa una strepitosa girata di testa con la palla che si infila nel set. Grandissimo gol di Raffaele Pianese, l’ottavo in cinque partite. Al 15’ Bottone, dopo una grande azione personale, serve Pianese che viene atterrato in area da Manti. Il rigore sembra netto ma l’arbitro fa segno di proseguire con il difensore locale che ripartendo inciampa su Pianese che era ancora a terra. Il direttore di gara, inspiegabilmente, non solo nega il rigore all’attaccante isolano ma lo ammonisce per la seconda volta mandandolo anzitempo sotto la doccia. Il Procida anche in dieci non rischia ed è bravo a far scorrere il cronometro gestendo il punteggio. Al 31’ ci prova Nazzaro su punizione con Capece che blocca senza problemi. Al 35’ Intartaglia crossa su punizione dalla destra e sul secondo palo Antonio Aiello sbaglia la conclusione da ottima posizione. Un minuto più tardi grandissima azione di Russo sulla sinistra, cross dell’esterno procidano e palla che arriva ad Autiero che da ottima posizione sbaglia il tiro con il destro. Al 37’ grande azione del Procida: Di Dato serve Bottone che con un tocco di classe smarca al tiro Aiello, ma la conclusione di sinistro dell’esterno procidano viene deviata in corner da Loffredo. Al 40’ corner di Loffredo e colpo di testa di Nazzaro con la palla che termina alta. Al 49’ Bottone prova il cross dalla sinistra con la palla che prende una strana traiettoria e colpisce la traversa. Finisce così questa partita con il Procida che può festeggiare un’altra vittoria importantissima. Era l’ultima trasferta in terraferma e forse l’ultimo scoglio vero da affrontare prima di un finale di campionato sulla carta agevole. Il Procida può gestire quattro punti di vantaggio affrontando tre gare casalinghe ed una trasferta a Barano. I procidani faranno gli scongiuri ma quest’isola è davvero ad un passo da un traguardo storico…

Mario Lubrano Lavadera (da www.usprocida.it)

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *