Ischia: senza stipendio scendono in sciopero i dipendenti EAVBUS


di Gennaro Savio
Non ricevono lo stipendio da tre mesi e il loro futuro lavorativo è sempre più incerto. Ecco perché stamattina i lavoratori dell’Eav Bus, la fallita azienda del trasporto pubblico terrestre, hanno deciso di incrociare le braccia e scioperare a difesa ei propri diritti sindacali. “Il trasporto pubblico non deve morire, no alla privatizzazione”, “non siamo falliti noi, ma è fallita la politica”, “ridateci la dignità” sono questi alcuni dei tanti e significativi cartelli esposti. Ma non mancano, naturalmente, gli slogan contro i sindacati e i politici responsabili dello sfascio dell’Eav Bus. Lo sfascio dell’Eav Bus e il conseguente dramma sociale dei lavoratori ischitani è la fotografia fedele di un’Italia che va a rotoli a causa delle vergognose responsabilità dei governanti di centro, centrodestra e centrosinistra a tutti i livelli istituzionali. E mentre a Roma il governo Monti sostenuto da Berlusconi, Bersani, Fini e Casini continua ad impoverire il popolo italiano con manovre economiche di autentica macelleria sociale, i rappresentati politici locali che siedono nelle istituzioni che contano come il Sindaco di Ischia e consigliere provinciale del PD Giosi Ferrandino e il consigliere provinciale e regionale del PDL nonché Presidente della IV Commissione trasporti Domenico De Siano, oltre a dimostrare palesemente di non contare nulla all’interno dei loro rispettivi partiti, continuano a cercare di nascondere le proprie responsabilità politiche con un silenzio assordante e al tempo stesso inaccettabile: che vergogna!!!

Potrebbe interessarti

Vento in poppa per capitan Banana e il suo NEMOSUB

E’ partita ufficialmente l’avventura di Capitan Banana, al secolo Luigi Buono. Alla presenza del Sindaco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *