Home > Le dimissioni di Bersani

Le dimissioni di Bersani

[youtube zO1S2m31UXk]

Di Marco Boschini

Bersani si è dimesso, lo dice un’agenzia dell’ANSA dell’ultima ora.

Nel lasciare la guida del Partito Democratico, l’ormai ex-segretario ha preteso le dimissioni in blocco di tutto il comitato direttivo a governo del partito di maggioranza relativa dell’opposizione.

Prima di lasciare la sede romana del PD, come ultimo atto del suo incarico da segretario, ha inviato una missiva a tutti gli amministratori locali ancora in carica nelle centinaia di comuni, province e regioni ancora oggi govarnate grazie all’apporto della classe dirigente del PD.

Ecco di seguito il testo della missiva.

“Care compagne e compagni. Oggi più che mai mi rendo conto del nostro clamoroso errore. Abbiamo voluto inseguire per anni le politiche e le ideologie folli di Berlusconi e del berlusconismo, rincorrendo così il mito della classe media, dei moderati, ma ancora di più di un modello di sviluppo che ha in testa il dogma della crescita infinita, del prodotto interno lordo, del profitto a tutti i costi.

Questo ci ha portato ha dire sì all’alta velocità, alle cosidette grandi opere (che di grande avevano soltanto le spese ingenti e le speculazioni neanche troppo nascoste), agli inceneritori… Abbiamo detto ai nostri sindaci di cementificare, costruire, in una parola, DEVASTARE interi pezzi di ciò che fino a non molto tempo fa chiamavamo ancora Bel Paese…

Crescere, crescere, crescere! E’ stato il nostro mantra, la nostra filosofia di vita. La nostra folle allucinazione politica. Ed ogni volta che la gente si allontanava, non votandoci, abbiamo puntato il dito contro chi, a parer nostro, non voleva capire, reo di non pensarla come noi. E abbiamo distribuito per anni colpe che forse, a ben vedere, erano solo nostre.

Ieri a Bertinotti, oggi a Beppe Grillo, domani a chissà chi altri… Senza neanche farci sfiorare nemmeno per un secondo dal dubbio che forse il Piemonte ce lo siamo giocati proprio per l’arroganza con cui abbiamo trattato la questione della TAV, la Lombardia perché alla lobby della Compagnia delle Opere abbiamo “contrapposto” quella delle nostre cooperative rosse, in Campania perché alla strategia rifiuti zero abbiamo preferito inceneritori ed eco-balle grosse come la faccia tosta dei vari BassoJervolini…

Ora, come ultimo atto da segretario, vi supplico di fare l’unica cosa che, forse, può dare spazio e forza e gambe a un’inversione di rotta che ci consentirà, tra qualche anno, di sconfiggere Berlusconi e il berlusconismo. Alzatevi dalle poltrone, aprite porte e finestre (e computer) dei municipi che state amministrando, e guardatevi intorno…

Vicino a voi troverete esperienze concrete, virtuose, sperimentate ormai da tempo da colleghi del vostro partito e/o dello schieramento avverso, o anche di squadre di governo frutto di comitati cittadini e associazioni alternative ai partiti tradizionali…

Parlano e concretizzano da tempo lo stop al consumo di territorio, la riduzione delle bollette energetiche degli edifici pubblici, il 90% di raccolta differenziata, la mobilità sostenibile…

Applicano la partecipazione come strumento quotidiano di governo dell’ente locale, promuovendo nuovi stili di vita e incentivando scelte di sobrietà nelle singole comunità locali. Sono per l’indipendenza energetica e il miglioramento della qualità della vita, credono che questo modello di sviluppo (e questa politica) siano profondamente sbagliati e proprio da questa convinzione hanno messo in piedi politiche e scelte conseguenti.

Di coerenza e buonsenso. Di onestà e trasparenza. Si copiano tra loro, e non hanno alcuna vergogna ad ammetterlo… Quando gli parli percepisci nei loro gesti, sguardi e atteggiamenti, spirito di servizio e una sana punta di divertimento e passione nel fare le cose.

Aiutiamoli, ognuno nel proprio comune, a diffondere il contagio positivo nelle istituzioni locali. Da oggi stesso, senza perdere altro tempo. Non commettete l’errore che ho fatto io, e i tanti che mi hanno preceduto nel ricoprire questa carica. La politica non si fa in televisione, ma in mezzo e con la gente, ogni giorno.

In fede, Pierluigi Bersani”

Ovviamente, manco a dirlo, è un pesce di aprile…!

SHARETHIS.addEntry({ title: “Le dimissioni di Bersani”, url: “http://www.marcoboschini.it/?p=1547” });http://www.marcoboschini.it/

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *