Home > Oltre 150.000 lavoratori della sanità privata chiedono l’intervento di Berlusconi.

Oltre 150.000 lavoratori della sanità privata chiedono l’intervento di Berlusconi.

Nei giorni scorsi il dott. Salvatore Calvano, direttore del Centro di riabilitazione di via Salette in Procida e componente del consiglio provinciale sanità del’UGL, che da mesi si sta interessando della questione, ha inviato una nota al Presidente del Consiglio, On. Silvio Berlusconi, al Ministro delle pari Opportunità, On. Mara Carfagna e al Ministro delle Politiche Sociali, Sen. Maurizio Sacconi, per chiedere l’intervento decisivo onde cercare di risolvere una problematica contrattuale che dura, oramai, da diversi anni, e che coinvolge oltre 150.000 lavoratori impiegati nella sanità privata.“Egr. Presidente Berlusconi, Onorevoli e Senatori,
Vi porgo la presente per sottoporre alla Vs attenzione lo stato di forte disagio in cui verte un comparto della sanità privata italiana (AIOP) che raccoglie circa 150.000 addetti.
Sono ormai 42 mesi che i su citati operatori sanitari si trovano a lavorare con un contratto scaduto, si scontrano con la resistenza dei gestori “profit” all’adeguamento ed al rinnovo del CCNL, tutto ciò malgrado gli innumerevoli tentativi di ottenere un iniziale tavolo di trattativa, avanzati dalle OO.SS. nazionali in toto.
L’insostenibile situazione determinatasi a seguito del mancato rinnovo del contratto, delle diversità di trattamento nei confronti del comparto pubblico, necessita di maggiore attenzione, di impegno e di fattività onde poter addivenire ad una più rapida risoluzione del problema rinnovo del CCNL, ed un concreto appianamento delle disparità tra lavoratori uomini e donne che a pari mansioni ricevono trattamenti contrattuali neanche lontanamente equiparabili.
E’ per dare voce all’esasperazione, alla frustrazione dei numerosi lavoratori della sanità privata, che rivolgo questa breve nota ai massimi vertici del Governo Italiano, affinché, Egregio Presidente, così come per l’emergenza rifiuti a Napoli o per le problematiche legate alla sicurezza nelle zone del casertano, Lei possa richiamare con concretezza e fattività le istituzioni deputate a predisporre tutto quanto necessario per la ricomposizione dell’annosa vertenza.
Confidando nella proverbiale sensibilità Sua e dei Suoi Ministri nei confronti dei lavoratori, colgo l’occasione per porgere distinti saluti.”
Speriamo che, questa volta, si muova qualcosa!

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *