Home > Politica a Procida: Tutti al mare…!

Politica a Procida: Tutti al mare…!

Quando la politica a settembre riprenderà i lavori mancheranno poco più di sei mesi alla chiamata alle urne per rinnovare Sindaco e Consiglio Comunale
dell’isola di Procida. La situazione attuale è “caoticamente confusa” e questo, sia per le trasformazioni in atto nei vecchi – nuovi partiti – ad iniziare dai livelli più alti sino a giungere alle periferie  – sia perchè, con l’attuale sistema elettorale, più che sui contenuti buona parte del confronto/scontro si focalizzerà sulla figura del candidato a Sindaco. Una cosa, quest’ultima che almeno in questa fase, molti sembrano farne un vero e proprio punto d’onore, a prescindere.

A tal fine, interessante per una possibile discussione sotto l’ombrellone, appare l’ultimo editoriale a pag. 2 del “PROCIDAOGGI” diretto dal prof. Domenico Ambrosino. In questo, al di là di altre considerazioni, si sostiene che: “… A pochi mesi dal rinnovo amministrativo ancora tutto è nebbia. L’aggregazione che regge l’Amministrazione in carica, tra defezioni e confusioni, è al capolinea. Il PD, in teoria il maggiore partito del centro-sinistra è privo di una linea politica, pregno di personalismi ed ondeggia a rimorchio di gruppetti di qualunquisti più o meno vocianti. Gruppuscoli di “nuovisti” di circostanza, gli uni più nuovi degli altri, in pratica ripetono ciò che i “Riformisti” propongono ma, a differenza, concepiscono una strana “unità” che prevede solo se stessi ed esclude gli altri; parlano di confronto sui programmi ma, non sapendo di che parlare, nulla esprimono. Intanto
tentano di riemergere finti “manager” che hanno già avuto modo di far
danni al paese, dimostrandosi i peggiori soggetti che abbiano mai
amministrato il nostro Comune. Chissà perché tanta “managerialità” non
l’hanno messa in pratica in passato, ma se la sono riservata per il futuro.

In un quadro così sfilacciato non è facile individuare soluzioni positive e forti. Non bastano generi appelli a “salvare Procida”, specie se per farlo non si esita a lanciare fango contro l’isola a mezzo stampa e tv. Tutti coloro che hanno a cuore l’isola, procidani e non, diano la disponibilità a unire le energie per operare concretamente, senza ipocrisie e secondi fini”.

Da sottolineare, altresì, una nota del 31 luglio scorso inviata dal capogruppo consiliare di “Alternativa Liberale”, dott. Gennaro Cibelli, al Coordinamento Cittadinanza Attiva e al gruppo consiliare del Partito Democratico” (riportata da procida.forumfree.net) avente ad oggetto “riscontro al documento meglio conosciuto come “Unità di Intenti” , a cui il gruppo di AL da la sua piena adesione condividendone il contenuto e le prospettive politiche da  intraprendere insieme a tutti i soggetti che avevano partecipato all’incontro organizzato dal cordinamento il 17 luglio 2009.

Ad oggi sembra poi che altre forme associative, salvo smentite, siano già fuori gioco per la prossima corsa al comune.

In conclusione, una delle poche certezze con cui salutiamo questa estate del 2009 purtroppo o per per fortuna, a seconda delle visioni che ciascuno esprime, viene da Luigi Muro.Vice Sindaco di Procida, Assessore alla Provincia di Napoli e, da qualche giorno, anche Onorevole con un seggio in Consiglio Regionale.

Come dire: Passato, presente e… futuro?

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *