Home > Procida: 85° Anniversario dell’Incoronazione di S.M. delle Grazie

Procida: 85° Anniversario dell’Incoronazione di S.M. delle Grazie

di Francesco Marino

Sabato 8 agosto
E’ l’ora che volge al desio quando con un emozionato capt. Michele Veneziani dirige la prua della sua “La Gemella” verso l’uscita del porticciolo della Corricella. Sulla “saccalea” è schierato il suo equipaggio con il coarmatore Sotto di Perrotolo.
A poppa del motopeschereccio siede raggiante sul trono costruito dai Fratelli Barbiero l’effige antichissima della Madonna delle Grazie che ogni 5 anni dal lontano 1924 esce dal suo Santuario per circumnavigare l’isola.
La Corricella s’accende di mille lampade. E’ uno spettacolo unico che vorremmo vedesse Patrizia Capua, la giornalista che con la sua penna ha cercato di distruggere l’incanto unico della Corricella.
Ora tante piccole imbarcazioni seguono disciplinatamente l’effige della Madonna che giunta nel porto di Marina Grande volge di nuovo verso levante e si dirige alla “Chiaiolella”. E’ notte quando “La Gemella”, doppiato Punta Solchiaro, entra, o meglio si fa largo, tra le tante imbarcazioni che fanno corona. La Madonna, caso insolito, sbarca per essere portata nel Santuario di San Giuseppe. Sulla soglia le da il benvenuto Don Michele Ambrosino, decano emerito del clero procidano, ed una folla numrosissima lo accompagna con in testa Don Marco. Qui, a Chiaiolella, la Madonna rimarrà sino alla sera successiva.
Domenica 9 agosto
E’ sera quando la Madonna ritorna al Santuario seguita da mille fedeli che creano un atmosfera mariana così simile a Lourdes con le mille candel accese, essa passa per via G. Da Procida, Piazza Olmo, via V. Emanuele, S. Giacomo, via Marcello Scotti, San Rocco. Sul sagrato, è quasi mezzanotte, l’attendono don Lello Ponticelli, nuovo parroco con il suo aiutante protempore don Juan Ramirez e l’ex parroco don Michele Autuoro, attualmente insidiatosi a Santa Maria della Mercede a Chiaia (NA) ed in partenza per l’Indonesia in missione esplorativa, così come vuole il Card. Sepe.
Bellissima, da dieci e lode, l’omelia del parroco Ponticelli che lancia con parole alate un richiamo forte ai politici, ricordando che la chiesa è ccoglienza è mai potrà acconsentire che fratelli in difficoltà vengano schedati ed emarginati. Maria Stella Marisi è faro di luce e non approverebbe.
Oramai si entra nel 10 agosto – 85° Anniversario dell’Incoronazione. Dal messaggero mariano dell’epoca apprendiamo:
“La piazza presentava un aspetto imponente. Vi si ergeva un alto palco drappeggiato e sormontato da corone. Più di ottocento uomini di ttte le associazioni della provincia di Napoli erano presenti con centocinquantatre vessilli. Aeroplani venuti dai campi di aviazione volteggiavano sulla piazza. Alle 12,00 in pnto, mentre l’orologio, anzi la meridiana del Santuario suonava (un caso) il Cardinale Ascalesi poneva la corona sulla Sacra Immagine, nel porto di Marina Grande il “Bucintoro” che aveva accompagnato la Madonna per la sua prima circumnavigazione dell’isola si dondolava nelle acque.”
Questa, in somma sintesi, il perchè delle celebrazioni di questi giorni.
Con l’avvento del nuovo parroco, come si è potuto notare, c’è stato un vistoso cambio di stile nella liturgia processionale. Ponticelli ama la sobrietà, niente banda musicale, niente botti (in verità erano previsti piccoli fuochi all’inizio ed alla fine della cerimonia ma, sembra che il fuochista sia venuto meno ad i suoi impegni per protesta contro l’austerità imposta dal nuovo parroco).
Fortunatamente alla processione non erano presenti molti politici impegnati, forse, al campo sportivo per l’esibizione di Siani, fatta eccezione per i devoti della Madonna, ed ovvero il Sindaco Gerardo Lubrano, la Sig.ra Maria Capodanno e l’assessore Pasquale Sabia, originario di “Semmarezio”.
Ora che questi bellissimi giorni rievocativi dell’85° anniversario sono finiti, tutti ci auguriamo di rivederci nel prossimo fine lustro e che la Madonna delle Grazie accompagni Procida per sempre.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *