Home > Procida: “A destra tutta. Dove si è persa la sinistra?”

Procida: “A destra tutta. Dove si è persa la sinistra?”

Nell’ambito della settimana della cultura del Premio Letterario “Procida. Isola di Arturo – Elsa Morante”, programmata dal 12 al 19 settembre, manifestazione giunta alla XXIII edizione sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Regione Campania, Provincia di Napoli e Comune di Procida, venerdì 18 settembre 2009 alle ore 20,00 nell’area verde dei Giardini di Elsa si terrà la presentazione del libro di Biagio De Giovanni: “A destra tutta. Dove si è persa la sinistra?”.
Argomento più che attuale considerato il vivace confronto politico in atto nel Paese con, da un lato, le effervescenze tra Fini, Berlusconi e Bossi, dall’altro, la fase precongressuale che vive il maggior movimento di centrosinistra con Franceschini, Bersani e Marino che, dopo le ultime cocenti sconfitte, cercano di dare identità e prospettive propulsive al Partito Democratico
De Giovanni vede nell’Italia una nazione profondamente cambiata e il corso della politica lo dimostra. Perché il paese si è spostato a destra? Cos’è successo alla sinistra, perché ci sono molti contrasti e poche idee?
Tutte le forze che hanno governato la “Prima Repubblica”, sottolinea de Giovanni, si trovano oggi all’opposizione. Gli eredi di grandi culture politiche appaiono in pieno disorientamento. Per la prima volta nella storia dell’Italia repubblicana un partito di centrodestra si insedia nella società e diventa governo del Paese, in alleanza con quel genuino prodotto della «nuova» Italia che è la Lega. Sul versante opposto, un desolante vuoto di idee attraversa il Partito democratico.
Biagio de Giovanni, docente presso l’Orientale, deputato europeo prima per il PCI e poi per i DS, che oggi si definisce un «apolide della sinistra», in questo libro pubblicato nel maggio 2009 per Marsilio Editori, mette in luce le ragioni che hanno determinato questo stato di cose e prova a ricostruire le vicende dell’Italia politica degli ultimi anni: la scomparsa della questione meridionale dall’agenda politica e l’affermazione di una questione settentrionale; il revisionismo politico e quello storiografico; le visioni dell’Europa; il «divisionismo» che affligge il nostro Paese; l’incapacità della sinistra di analizzare l’avversario nella sua vera consistenza; il problema delle classi dirigenti. Alla ricerca dell’araba fenice che si chiama PD, di quel mondo svuotato che si chiama sinistra italiana. A discuterne con l’autore, portando le rispettive esperienze e le attuali posizioni, personaggi appartenenti al mondo della politica e della cultura del calibro di Italo Bocchino, Luigi Covatta, Giulio Di Donato e Leonardo Impegno, coordinati da Luigi Muro.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *