Home > Procida, abbattimenti: “Mi lascerò morire sotto le macerie, piuttosto che lasciare la mia casa”

Procida, abbattimenti: “Mi lascerò morire sotto le macerie, piuttosto che lasciare la mia casa”

Scotto di Clemente Nicola e Riccio Letizia

Questo quanto dichiarato in una intervista shock rilasciataci dal Sig. Scotto di Clemente Nicola, 74 anni, di cui 40 passati “sull’acqua salata” da marittimo, 100% invalidità civile, otto operazioni chirurgiche, varie placche di ferro nelle gambe che lo obbligano a brevi deambulazioni con l’ausilio di stambelle, vicino a lui, come sempre, la moglie Riccio Letizia, 70 anni casalinga, entrambi domiciliati alla via G. Marconi in un immobile per il quale si sono visti notificare dalla polizia municipale, il 24 aprile scorso, l’ordinanza di sgombro “da persone e cose” per poter procedere all’abbattimento programmato per il giorno 28 aprile prossimo.

case abusiveGente semplice la cui colpa è stata quella di aver realizzato un immobile (l’unico di cui dispongono) di circa 100 mq su di un lotto di terreno di circa 1200 mq (destinato dai piani territoriali a zona per l’edilizia economica e popolare e quindi senza vincolo di ineficabilità) tra il 2000 ed il 2001, e per il quale è stata presentata regolare istanza di condono edilizio ai sensi della Legge 263/2003 a fronte di un corposo esborso che tra oblazione, oneri, accatastamento e spese tecniche è andato ben oltre i 30.000,00 euro.

“Dopo una vita di sacrifici e rinuncie passata “sull’acqua salata”, distante da mia moglie e da mia figlia, pensavo di poter passare tranquillamente quello che ancora mi resta da vivere ma, evidentemente, non è così. Considerato quello che ho passato nella mia vita spero ancora che qualcosa possa succedere e poter rimanere in pace nella mia casa. Se così non potrà essere mi lascerò morire sotto le macerei piuttosto che lasciarla. E’ tutto quello che ho e non saprei dove andare a sbattere la testa.”

Queste le parole strazianti che il Sig. Nicola, anziano lupo di mare, ripete più volte con la voce rotta dal pianto misto a rabbia, così come la moglie, la sig. ra Letizia, anch’essa incredula davanti ad una situazione diventata disperata e che, oramai, sembra lasciare ancora poco spazio ad altre alternative.

L’intervisti ai due coniugi è disponibile al seguente indirizzo: http://www.youreporter.it/video_A_PROCIDA_SARA_ABBATTUTA_L_UNICA_CASA_DI_DUE_ANZIANI_1

(Le foto sono state scattateda Gennaro Savio)

Leggi l’articolo correlato su ischiablog.it

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *