Home > Procida Anno Zero. Lezioni di civiltà e di sviluppo sostenibile alla sala consiliare: ma i politici e i cittadini sono altrove!!!

Procida Anno Zero. Lezioni di civiltà e di sviluppo sostenibile alla sala consiliare: ma i politici e i cittadini sono altrove!!!

di Salvatore Iovine – www.procidamia.it

Un grandissimo plauso agli ottimi organizzatori della lodevole manifestazione svoltasi sabato e domenica scorsa presso la sala consiliare Vittorio Parascandola, che si è incentrata sui temi dello sviluppo sostenibile e della strategia rifiuti zero. Un incontro che considerata l’importanza dell’argomento e lo spessore degli intervenuti meritava un riscontro di pubblico di gran lunga superiore.

un-sogno-in-comune.png

Purtroppo né il sabato, né la domenica, né gli altri giorni la gente ha voglia di riflettere, di analizzare, di confrontarsi sui temi del vivere civile, ma attende ansiosa solo la prossima sagra paesana per arricchire le viscere e rimpolpare le già estese cinture adipose o forse perché è troppo concentrata a discettare sul modulo tattico del deludente Donadoni e del suo probabile sostituto. Solo quando scoppiano le emergenze tutti si riscoprono ecologisti, contestatori, profeti, con tutte le soluzioni a portata di mano.
Mirabile l’intervento del giovane Alessio Ciacci assessore comunale di Capannori, piccola cittadina della Toscana, a cui spetta l’encomiabile primato di primo comune di Italia con un tasso di produzione rifiuti prossimo allo zero (82% di raccolta differenziata). Il giovane assessore ha spiegato che è ampliamente dimostrato che il sistema industriale e meccanizzato dei grandi mezzi e grandi cassonetti aumenta costantemente la produzione dei rifiuti e la raccolta differenziata rimane a livelli troppo bassi che non riescono a superare, se non in casi eccezionali, il 35% di differenziazione. [continua]

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *