Home > Procida: Apertura dell’anno scolastico 2009-2010 e consegna dei premi Cosulich, Imbò e Parascandola.

Procida: Apertura dell’anno scolastico 2009-2010 e consegna dei premi Cosulich, Imbò e Parascandola.

Sabato 10 ottobre 2009 presso l’aula magna dell’Istituto Superiore “F. Caracciolo” – “G. da Procida”, alla presenza di autorità militari, scolastiche, politiche e di una folta rappresentanza di studenti e genitori, con il coordinamento del prof. Domenico Ambrosino, sono stati consegnati i premi “Fratelli Cosulich”, “Giuseppe Imbò” e “Vittorio Parascandola” agli allievi che si sono particolarmente distinti durante l’anno scolastico 2008 – 2009 e hanno conseguito il diploma col massimo dei voti.
Le borse di studio arrivano dalla società “Cosulich” di Trieste che da sempre imbarca marittimi provenienti dall’isola di Procida sulle navi che gestisce in tutto il mondo, dagli eredi della famiglia di Giuseppe Imbò, procidano e direttore dell’Osservatorio Vesuviano che, insieme alla moglie Anna Grimaldi, seguì sul cratere l’ultima eruzione del Vesuvio nel 1944, da Laura Cuocci Parascandola, moglie del defunto medico e sindaco scrittore Vittorio, autore, fra l’altro di un glossario sul dialetto procidano.
Un premio particolare, dei personal computer, sono stati consegnati dall’assessorato provinciale al Mare, retto da pochi mesi dal vice sindaco di Procida, avv. Luigi Muro, per il quale, con un procidano alla Provincia ci sarà una grossa attenzione verso l’unico istituto scolastico superiore del territorio isolano a partire dall’Aula Magna, che dovrà avere una degna sistemazione, così come gli interventi di manutenzione, a partire dalle cadenti lettere che sono già state poste in sicurezza. Nel complesso, ha concluso Muro, da una stretta collaborazione tra Scuola, e per essa la neo dirigente Maria Salette Longobardo che ha già dimostrato di che pasta è fatta negli anni passati alla scuola media “A. Capraro”, e le Istituzioni, si potranno mettere in campo quelle sinergie che, ad esempio, potranno portare gli allievi del “F. Caracciolo – G. da Procida”, e non solo, ad effettuare, una volta concluso l’iter progettuale, i corsi post diploma previsti dall’International Maritime Organization direttamente a Procida.
“Questo appuntamento – ha sottolineato con una punta di emozione la neo dirigente dell’istituto Maria Saletta Longobardo – rappresenta un momento importante per tutta l’isola in quanto vede il coinvolgimento del territorio che interagisce con la scuola, al fine di motivare gli allievi verso un impegno che, attraverso uno stretto rapporto tra scuola e famiglia, consenta di acquisire una robusta formazione umana e professionale.”
Per l’Assessore Giuseppe Mazzella di Bosco, in rappresentanza del Sindaco Gerardo Lubrano Lavadera fuori Procida per precedenti impegni istituzionali, bisogna lavorare perché l’Istituto procidano continui a mantenere alto il proprio livello formativo tale da permettere agli allievi sia di poter affrontare con successo l’attività di marittimo sia proseguire gli studi universitari.
“Il mare – dice il capitano Salvatore Scotto di Santillo, uno degli animatori della manifestazione, giunta ormai alla XXIII edizione – è stato, è e sarà la ricchezza dell’isola. Dopo una stasi vocazionale, stiamo assistendo ad una ripresa degli imbarchi. I giovani stanno tornando al lavoro sul mare. Bisogna aiutarli in questo inserimento, reso più difficile dalle normative di ordine internazionale vigenti nel mondo dello shipping.”

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *