Home > Procida. Calcio:"Dobbiamo migliorare l'approccio alla gara"

Procida. Calcio:"Dobbiamo migliorare l'approccio alla gara"

mister-citarelli.jpgdi Mario Lubrano Lavadera (dal sito www.usprocida.it)

Grande soddisfazione sull’isola di Procida dopo la vittoria all’esordio contro la Real Ortese. Il goal di Liccardi allo scadere ha fatto gioire la tifoseria procidana dopo novanta minuti di sofferenza. Queste vittorie sono ancora più belle ed emozionanti e la soddisfazione per i tre punti ottenuti si può leggere anche sul volto del Mister Mimmo Citarelli. Grande soddisfazione ma anche qualche accorgimento da fare in settimana dopo un brutto primo tempo da parte degli isolani. Mister Citarelli elogia i suoi per la vittoria ottenuta ma li bacchetta per un approccio ancora una volta sbagliato. “E’ stata una partita dai due volti – afferma il tecnico isolano – nel primo tempo siamo stati troppo superficiali. Non si possono affrontare le gare in questo modo, ci siamo fatti sorprendere e dopo i primi quarantacinque minuti ero arrabbiatissimo. Nell’intervallo, negli spogliatoi, ho dovuto parlare con i miei un po’ più del solito e ho parlato un po’ a modo mio con loro per provare a dare una scossa perché come già avevo detto in settimana, questa è una squadra che ancora deve trovare il giusto amalgama. Per quanto riguarda il secondo tempo non ho nulla da rimproverare ai miei. Hanno messo in atto quello che avevo detto negli spogliatoi. Abbiamo creato tantissime occasioni, abbiamo fatto dei bellissimo goal, potevamo avere un rigore per un fallo di mano su Bottone ed abbiamo sfiorato tante volte il goal con Liccardi, Intartaglia, Bottone, Costagliola, Malgieri e Del Gaudio. Quella vista nella ripresa è la squadra che voglio io. Oltre che perfetta tatticamente e tecnicamente è una squadra che ha un’anima, ha un cuore, che lotta, che non snobba l’avversario, che non da niente per scontato.” Evidentemente è servita la strigliata data dal Mister ai suoi ragazzi dopo la sconfitta di Portici. Strigliata che poi è proseguita nell’intervallo. E nella ripresa è stata tutta un’altra storia e si è vista la squadra cinica e spietata che il Mister voleva. “Nel secondo tempo la squadra ha seguito i miei insegnamenti – dice l’allenatore biancorosso – mi è piaciuto il fraseggio del gioco, abbiamo creato un grande numero di occasioni ed abbiamo meritato ampiamente la vittoria. Dobbiamo ancora migliorare alcune cose che già avevo detto in settimana. Non mi è affatto piaciuto l’approccio alla gara che è stato troppo superficiale. Questo non lo voglio e dobbiamo lavorare per migliorare anche questo aspetto.” Il protagonista assoluto della gara è stato sicuramente Vincenzo Liccardi. Il centravanti, classe ’89, è uno dei pupilli di Mister Citarelli che, dopo averlo allenato l’anno scorso al Savoia, lo ha voluto fortemente con lui anche a Procida e Vincenzo ha ripagato la fiducia con una prova maiuscola all’esordio in campionato. “Dobbiamo ricordare sempre che Liccardi è un ’89 – spiega Citarelli – ha una stazza fisica imponente ed oggi ha fatto una grande prestazione. Deve ancora lavorare e migliorare nel gioco di squadra, deve imparare a partecipare di più al gioco e a sacrificarsi. Nel secondo tempo ha messo in campo anche la grinta e il cuore mentre nel primo tempo era un po’ troppo fermo come tanti suoi compagni.” Citarelli non ha fallito il suo esordio in campionato ed il suo Procida promette davvero bene per il prossimo impegno in casa del Forio e per il proseguo del campionato.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *