Home > Procida. Critiche ingiuste ai “Ragazzi dei Misteri”

Procida. Critiche ingiuste ai “Ragazzi dei Misteri”

Questa la posizione di Francesco Marino.
La sera di venerdì 17 aprile siamo saliti a Terra Murata per festeggiare con “i ragazzi dei misteri” l’apertura degli stands in cui venivano riproposti molti misteri del Venerdì Santo appena passato.
E’ stata una bella serata conviviale. Abbiamo trovato i ragazzi felici ma, nello stesso tempo, amareggiati per il sarcastico articolo apparso su “Il Golfo” a firma di un piccolo lettore di Umberto Eco, tale Abamonte di Antiochia. Sfoggiando le sue indubbie conoscenze bibliche il “santoro procidano” con ironia sferzante ed inopportuna ha colpito duro criticando, senza riflettere, “i ragazzi dei misteri” che hanno, a suo dire, ridicolizzato e profanato con le loro opere la processione.
A nostro modo di vedere la processione del 2009 è stata una bella processione, molto molto ordinata che ha messo ancora una volta in evidenza la passione di questi ragazzi, che assolutamente non meritano questo tipo di critiche.
Belli i “misteri” con autentici piccoli capolavori d’artigianato giovanile. Ma il merito della Processione e della costruzione dei “misteri” è quello di compattare, per alcuni mesi, questi ragazzi sottraendoli alla routine dello noia che spesso finisce nella droga e quant’altro.
Forse essi non conoscono la Bibbia come il loro ingiusto censore ma quanto entusiasmo, quanto lavoro per questi ragazzi che vivono la Passione di Cristo, certo a modo loro, ma con tanta genialità.
Bravi ragazzi! Andate avanti così. La maggioranza silenziosa dei procidani è orgogliosa di voi.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *