Home > Procida: Dopo il Casamicciola si ferma anche l’Adeona.

Procida: Dopo il Casamicciola si ferma anche l’Adeona.

Chi segue le cose dell’isola d’Arturo da più di qualche anno non mancherà di notare (con dispiacere, purtroppo!) che, in modo particolare nei mesi di gennaio, febbraio e marzo, le problematiche legate ai trasporti marittimi, al di là dell’oramai annosa vicenda Tirrenia-Caremar-Corema, diventano ancora più stringenti e pressanti in quanto, in aggiunta alle previste e/o impreviste riduzioni invernali delle corse dovute alle cause più disparate (motivi tecnici, avverse condizioni meteo, visite RINA, etc.), ed a fronte degli interventi di manutenzione da effettuare sulle unità navali, aumentano ulteriormente i vuoti ed i disagi per gli utenti.
A questo proposito registriamo l’ultima nota inviata, lo scorso 28 gennaio, dall’Assessore ai Trasporti del Comune di Procida, Cap. Pasquale Sabia, al Dirigente del Settore Trasporti della Regione Campania, al Direttore dell’A.C.A.M., alla Società di Navigazione Caremar ed alle Capitanerie di Porto di Napoli e Procida, nella quale si specifica che:
”La Caremar con lettera n°11 del 27/01/2010 ha comunicato che per “MOTIVI TECNICI” (adeguamento dl 45/2000), dal 1 Febbraio p.v. il M/T Adeona sarà posto fuori linea.
Ciò comporterà la soppressione delle seguenti corse da e per Procida per circa 15 giorni e cioè fino all’approntamento del TMV Isola di Procida: ore 15,40 Napoli-Procida-Ischia; ore 17,35 Ischia-Procida-Pozzuoli; ore 18,55 Pozzuoli-Procida-Ischia.
Tali collegamenti sono da considerarsi vitali per la collettività isolana. Procida, come è ben noto, e Caremar dipendente in particolar modo per collegamenti con traghetti da e per Ischia non essendoci altre unità operanti su tale tratta, e per Pozzuoli e Napoli dove, per tipo di naviglio, è l’unica in grado di assicurare i collegamenti in caso di condizioni meteo marine avverse.
Nel contempo rammentiamo che sulla tratta Procida-Pozzuoli e viceversa è operante il solo M/T Città di Capri essendo il M/T Casamicciola fermo per lavori.
Ancora una volta la non corretta programmazione della sosta delle navi, in particolar modo da parte della Caremar per l’effettuazione di adeguamenti risalenti al 2000, porta a penalizzare i lavoratori e pendolari di Procida con soppressione di corse, in particolare quelle serali, che impediscono il loro rientro. Pertanto chiediamo l’attivazione di unità sostitutiva essendo le stesse corse OSP e pertanto la loro non effettuazione comporterebbe l’interruzione di pubblico servizi. Certi dell’accoglimento di quanto richiesto e in attesa di un sollecito riscontro onde tranquillizzare l’opinione pubblica,…” Beh, ci aggiorniamo al prossimo bollettino di”guerra”!

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *