Home > Procida: “E’ scaduto il tempo delle chiacchere sui metodi, bisogna passare ai fatti”

Procida: “E’ scaduto il tempo delle chiacchere sui metodi, bisogna passare ai fatti”

di Gennaro Cibelli
Capogruppo “Alternativa Liberale”

La posizione di “Alternativa Liberale” al riguardo delle varie riunioni tenute finora presso il “Number Two”, nelle quali è apparsa evidente a tutti la volontà del neo-movimento “Procida Insieme” di tenere banco con la questione del metodo “Agenda locale 21”, può essere così riassunta.
A noi, francamente, tale, dichiarato imprescindibile, metodo interessa fino ad un certo punto.La questione è politica. “Alternativa Liberale” si è già espressa pubblicamente con un proprio documento (c.f.r. Il Golfo del 19/08/2009 u.s.) circa la sua conformazione, la sua azione dentro e fuori del Consiglio Comunale e le sue prospettive politiche nell´imminenza delle prossime elezioni comunali. Ribadisco, ancora una volta, che “Alternativa Liberale” non si deve intendere più come un Gruppo Consiliare, ma come costruttore di un nuovo soggetto politico che esprime la sua vicinanza ai Partiti e che intende far rivivere una nuova stagione che porti ad un alleanza cittadina tra liberali, democratici, movimenti politici, interessati ad un reale cambiamento.
Abbiamo già condiviso il famoso documento “unità d´intenti” prodotto dal coordinamento “Cittadinanza Attiva” del quale non solo abbiamo sottoscritto i contenuti, ma ne abbiamo maggiormente riaffermato i principi, sottolineando che la nostra principale priorità è quella di perseguire la critica e l´opposizione all´attuale amministrazione in carica, coordinandosi con il Gruppo Consiliare del P.D. insieme al quale tanto e bene si è lavorato fino a questo momento.
Allo stesso coordinamento “Cittadinanza Attiva” abbiamo dato la nostra disponibilità a riprendere l´iniziativa politica dentro e fuori il Consiglio Comunale sulla varie problematiche che hanno caratterizzato l´azione di tale coordinamento, vedi la portualità, la raccolta differenziata, la trasparenza amministrativa, l´attuazione dello Statuto Comunale.
Detto e scritto ciò, adesso a nostro avviso è scaduto il tempo delle chiacchiere sui metodi (mi sembra di capire che la vera questione che si nasconde dietro tutto ciò sia solo un grande personalismo che tutti dicono di combattere e poi tutti vogliono affermare), sul come e sul chi.
Occorre mettere mano al programma, riunirci per Fare, vederci e parlare degli argomenti, discutere sui problemi reali dell´isola e su come tentare di risolverli. Noi ci proponiamo per questo.
A breve contiamo di contattare e riunire i vecchi (vedi P.D.) e nuovi partiti politici nati sull´isola (vedi “Italia dei Valori e neo UDC), il “Circolo della libertà” locale, le associazioni cittadine, tutte le persone a vario titolo interessate al cambiamento, rilanciando la nostra proposta che può benissimo essere un valore aggiunto rispetto alla precedente tornata elettorale del 2005.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *