Home > Procida. Il progetto Campania globale. Dal trasporto al sistema regionale

Procida. Il progetto Campania globale. Dal trasporto al sistema regionale

 

 

Negli ultimi trenta anni il mondo ha visto radicalmente modificarsi le strutture sociali e produttive, le culture, gli assetti politici e vi è stato un incremento innovativo delle tecnologie legate alla elettronica basti pensare per tutto al telefono mobile e al computer.
Il mondo si è diviso in un centro e in una periferia secondo alcuni teorici del neomarxismo; tra chi produce e chi consuma; tra un nocciolo ristretto di “ricchi” (su questo occorre una riflessione meno superficiale) consumatori e poveri infrasottoproletari che abitano regioni desertiche, non sviluppate o in cui scarseggiano le risorse idriche o energetiche senza cui non vi può essere produzione e crescita.
La Campania terra singolare, già nell’epoca romana spesso le questioni ad es. relative alla distribuzione delle terre non seguivano l’iter e la prassi che di consueto riguardava altre parti dell’impero, ha conosciuto momenti di gloria e profonde regressioni; Napoli è stata Capitale e poi ghetto, fucina di arte e cultura e poi bassifondo morale, grande officina di cervelli specie nel campo giuridico e medico, artigianale ed artistico e poi vuoto limbo di nullità.
Ebbene questo ci ha spinto alla ricerca, alla riflessione proprio partendo dai problemi di tanti cittadini campania che vivono sulle isole o che amano le isole e le loro istanze ed attese, i bisogni e le necessità che non possono essere di lungo periodo, o di anni ma sono e restano immediate…
Questo ci ha spinti a concepire un PROGETTO CAMPANIA GLOBALE affidato alla elaborazione del Dott. Luciano Venia, Fondatore e consulente di questo gruppo di oltre 3100 persone di grande qualità e penetrazione nella società civile.
Ecco le questioni del trasporto marittimo, della Caremar (che se fosse rilevata dalla regione diventerebbe Corema) vanno intelaiate in una ottica di sistema alla vasta tematica dei servizi, all’ambiente, alla società, alla risorsa mare e al relativo sfruttamento, ai giovani, all’economia e al lavoro.
Ecco perchè serve adesso un PROGETTO CAMPANIA GLOBALE da noi governato per elaborare, proporre, discutere e fare. Pensiamo di potere essere attori protagonisti dei prossimi mesi.

 

di Luciano Venia

dal gruppo facebook: DIFENDIAMO LA CAREMAR

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *