Home > Procida: Iniziano i lavori a Vivara.

Procida: Iniziano i lavori a Vivara.

Come leggiamo dalle pagine de “Il Mattino” a firma di Domenico Ambrosino, è stato dato disco verde per i lavori di riparazione del ponte di Vivara. In verità, l’inizio era previsto ad agosto, ma l’attività balneare in corso nella zona ne ha ritardato la partenza in autunno. Finanziati dalla Regione Campania, settore ciclo integrato delle acque, che è anche la proprietaria della struttura, costeranno 2 milioni e 400 mila euro. Li esegue il Consorzio “Cima” di Napoli, sul progetto redatto dall’ingegnere Gianluca Maria Salvia, sotto la direzione dell’ingegnere Alfredo Postiglione. Il ponte che collega l’estremo lembo della collina procidana di Santa Margherita a Vivara è da tempo interdetto alla circolazione e al passaggio di persone e cose. Un’ordinanza del locale Circomare ne vieta il passaggio anche nel braccio di mare sottostante. Costruito nel 1957 dalla Cassa del Mezzogiorno, da tempo si presenta in condizioni di generale degrado sia nella struttura, che nelle opere idrauliche di attraversamento. Ciò a causa dell’azione aggressiva delle acque marine, sia chimica (cloruri) che meccanica, correlata al moto delle onde e delle correnti presenti nella zona, che ne hanno minato la staticità I pilastri su cui si regge, infatti, hanno subito profondi scavernamenti. Anche la condotta idrica, ormai vetusta, non è più in grado di offrire sufficienti garanzie al servizio di alimentazione idropotabile. Frequenti perdite, il pericolo di uno scoppio, in considerazione dell’elevata pressione d’esercizio, hanno accentuato lo stato di insicurezza del ponte. Da qui il progetto di restauro che prevede interventi di rinforzo strutturali, la sostituzione della condotta idrica, il ripristino della ringhiera esistente a protezione della superficie di attraversamento.
Nel frattempo, a cura della ditta “Sacosem” di Pozzuoli, sono anche partiti i lavori di ripavimentazione della strada che dalla collina di S. Margherita conduce al ponte. Finanziati dalla Provincia di Napoli, costeranno 110.000 euro. Essi prevedono anche lo spostamento del cancello di ingresso, ora ubicato a S. Margherita, alla radice del ponte.
E’ auspicabile un’intesa operativa fra le due ditte impegnate – suggeriscono alcuni abitanti della Chiaiolella – in quanto il passaggio di macchinari pesanti impiegati dalla ditta che cura i lavori sul ponte potrebbe danneggiare irrimediabilmente il tratto della strada appena ripavimentato.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *