Home > Procida: INTENSA ATTIVITA’ TRA PREVENZIONE E SANZIONI PER LA GUARDIA COSTIERA

Procida: INTENSA ATTIVITA’ TRA PREVENZIONE E SANZIONI PER LA GUARDIA COSTIERA

Giunti alla fine di Agosto è possibile tracciare un primo bilancio dell’operato della Guardia Costiera di Procida guidata dal T.V. (CP) Gianluca Oliveti in questo che, tradizionalmente, è il mese cruciale e più importante della stagione estiva.
Non c’è dubbio che l’attività dei militari del Circomare Procida, come sottolinea lo stesso comandante Oliveti, sia stata all’insegna di una continua operatività a 360 gradi a terra come in mare considerato le varie baie da controllare unitamente al porto commerciale di Marina Grande e gli ampi spazi demaniali, con i numeri che, da soli, bastano a dare un’idea dello sforzo posto in essere:
? oltre 200 sanzioni amministrative per le più svariate violazioni, (dal sottocosta, agli ormeggi in zone vietate, fino alle numerose violazioni – accertate e sanzionate – relative all’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”, passando per quelle commesse in violazione del codice della navigazione e della pesca);
? oltre 2000 controlli di vario tipo (dal traffico, all’ambiente, al demanio, dove si è anche proceduto al sequestro di attrezzature da spiaggia non autorizzate);
? Intensa anche l’attività S.A.R. con circa 13 unità da diporto soccorse ed oltre 60 diportisti assistiti, anche in ore di tarda serata.
Proprio nell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”, peraltro, nella nottata tra il 20 ed il 21 Agosto scorso la locale Motovedetta CP 575, ha proceduto al sequestro di un’attrezzatura del tipo “palangaro” provvisto di 250 ami armati con lenza in nilon della lunghezza di circa 500 metri; tale attrezzatura era posizionata all’interno della Zona “A”, soggetta a tutela integrale.
Parallelamente al sequestro, le cui operazioni si sono protratte fino alle ore 06:30 del mattino, si è proceduto, ad elevare Notizia di Reato contro ignoti.
Lo sforzo in questa fase della stagione, ci conferma il comandante Oliveti, è stato quindi intenso e proporzionato alle tante attività da svolgere, e, peraltro, la stessa, lungi dal considerarsi conclusa, sta proseguendo con uguale determinazione ed efficacia a dimostrazione non solo della professionalità ma, non ultimo, dello spirito di sacrificio dei militari, i quali, sovente, rientrati da turni di vigilanza estremamente lunghi ed impegnativi, e non solo per le temperature con il quale erano stati condotti, sono stati nuovamente reimpiegati per far fronte alle nuove emergenze nel frattempo intervenute.
Quanto sopra ha portato il Comandante OLIVETI ad esprimere il più vivo apprezzamento per il lavoro svolto dal suo personale, che si sta distinguendo in modo ammirevole per impegno e senso del dovere.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *