Home > Procida. La nuova Piazza della Repubblica

Procida. La nuova Piazza della Repubblica

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Molti i cantieri in allestimento sull’sola in vista di altrettanti lavori pubblici che verrano effettuati a Procida (via V. Emanuele, lungomare Cristoforo Colombo, marciapiedi di Via Libertà) . In modo particolare sono stato colpito dal progetto che trasforma radicalmente quella che è la piazza simbolo di Procida, ovvero piazza della Repubblica, o come molti di noi sono soliti chiamarla Piazza posta.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

In una intervista rilasciata a Max Noviello di Procida TV, l’Assesore ai lavori pubblici Vincenzo Capezzuto illustra il progetto che vede la scomparsa (vedi foto) della fontana. Quindi sparirà  la classica forma circolare per far posto a uno spartitraffico al fine di separare i due sensi di marcia, a cui farà seguito  un’allargamento degli spazi di camminata per aumentare la socialità del luogo ed impedire difinitivamente il parcheggio delle auto.

Quest’ultimo verrà consentito solo all’interno del parcheggio vicino al banco di Napoli che avrà un seconso  ingresso da via Marcello Scotti.

Per chi come me e tantissimi  altri, senza avere alcun rimpianto, ha vissuto quella piazza ai tempi del famoso fungo,   una stagione quella, in cui il luogo di ritrovo delle giovani igenrazioni era piazza posta, fa fatica a immaginare un cambiamento tanto radicale, sotto tutti i punti di vista.

Certamente i progetti possono essere tutti validi, belli o meno belli, ma purchè funzionali ad una visione che secondo quanto afferma l’assesore è di eliminare la presenza dell’auto e aumentare gli spazi della socialità.

Mi auguro che questo avvenga e non sia una operazione esclusivamente spot. Credo  altresì che togliere in quel modo dalla piazza le auto non basti. Non basta perchè non serve necessariamente eliminare una fontana per impedire alle macchine di sostare e decidere poi di farle sparire dalla vista riponendole in un parcheggio. Perchè il problema resta, quello più grande, un vero cancro per l’isola: il traffico e i troppi veicoli. Quello che manca davvero è un progetto serio di una mobilità alternativa e sostenibile.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Certo ci fa piacere sapere, attraverso il sito procidamia.it, che l’Assessore Capezzuto ha comunicato che sono in corso modifiche al progetto iniziale che saranno rese note quanto prima.

Eccovi uno stralcio dell’intervista che potete leggere per intero sul sito www.procida.tv.

Che ne pensate mandateci i vostri commenti.

PTV: Buongiorno assessore, circola voce che una delle piazze procidane più belle e centrali dell’isola cioè Piazza della Repubblica, sta per cambiare volto. Può darci qualche anticipazione?

Assessore: Si, è vero. A Piazza della Repubblica è stato presentato un progetto di totale rifacimento architettonico al fine di dare maggiore vivibilità alla piazza limitando al massimo la sosta delle auto. Vogliamo rendere disponibili maggiori spazi a procidani e turisti che potranno finalmente godersi quei luoghi. Per liberare tali spazi dalle auto abbiamo pensato di rendere comunale il parcheggio adiacente il Banco di Napoli che sarà accessibile anche da via Marcello Scotti.

PTV: Ma assessore lei ci ha dato le foto del progetto e siamo rimasti incuriositi da una sorta di “palizzata in legno”  su un lato della piazza. Ci può dire di più su questa cosa?

Assessore: Il progetto è stato realizzato dall’architetto Vincenzo Muro e quelle forme in legno sono elementi architettonici pensati per abbellire la piazza. Comunque sono felice che tramite il vostro sito possiamo far conoscere a tutti il progetto che, tra l’altro, è già cantierabile, ma suscettibile di critiche e/o modifiche.

PTV: Ma assessore la fontana non c’è più?!?

Assessore: Si,  la fontana sparirà per offrire un maggior spazio alla piazza. […]

(Intervista di Max Noviello per Procida TV)




Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *