Home > Procida le polemiche stanno a zero.

Procida le polemiche stanno a zero.

Articolo di Roberta Scotto Galletta

La guerra del voto si è conclusa. Avere una visione delle elezioni come una battaglia è una cosa che non aiuta per una corretta visione democratica dei governi. In Italia è costume pensare a chi vince come al capo depositario di tutte le libertà per poter governare, ma è bene ricordare d’essere in errore. In democrazia, una ipotetica, funziona in questo modo: ci sono i vincitori e poi c’è l’oppposizione che lavora insieme a chi ha vinto. Vincere è lecito ma l’opposizione è necessaria per mantenere un equilibrio.

Nel caso della mia piccola isola, il partito eletto dalla maggioranza della popolazione è il vincitore. La gente li vuole e li vota. Leggo le percentuali e noto che le altre liste hanno avuto un buon consenso. Bene. Al comune ci sarà la giunta uscente – riconfermata dai procidani- e una nuova opposizione data dalle nuove liste presentate.
.
In conclusione, è inutile far polemica e dire che la giunta uscente ha usato mezzi poco adatti a una campagna elettorale o dar la colpa alla popolazione che non vuol cambiare. Abbiamo mandato al comune non solo i vincitori ma anche l’opposizione. Ebbene, spero che i vincitori possano collaborare in maniera fruttuosa con chi ha perso ma è presente nel consiglio comunale e spero, altresì, che chi ha perso, ma ha un posto in consiglio comunale, lavori il doppio per far sentire la voce di chi l’ha votato.

Auguri ai vincitori e ai vinti, che possano cooperare in totale armonia per un’isola migliore.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *