Home > Vivara > Procida. Morto il Naturalista prof. Vincenzo La Valva

Procida. Morto il Naturalista prof. Vincenzo La Valva

L’amico Davide Zeccolella ci segnala questa notizia che riguarda un pò anche Procida. La scomparsa infatti di un naturalista, il prof. Vincenzo La Valva, che ha visitato la nostra isola in occasione dela presentazione del libro “Flora Fotografica… di Vivara”.

Ferdinando Fontanella – Giovedì 12 agosto 2010 la comunità scientifica italiana è stata scossa dall’immatura ed improvvisa dipartita del Naturalista porticese professor Vincenzo La Valva, una fatale crisi cardiaca lo ha stroncato mentre trascorreva le vacanze estive nella piccola città di Diamante in provincia di Cosenza, dove era nato 63 anni fa.

Naturalista d’altri tempi il prof. La Valva, Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Natura dell’Università Federico II di Napoli, è stato maestro di tecnica e vita per numerose generazioni di studenti, che oggi lo ricordano commossi ed affranti.

La sua carriera inizia nel lontano 1972 quando si laurea in Scienze Naturali presso la Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi di Napoli. A decorrere dal primo luglio del 1973 è nominato Assistente incaricato presso la cattedra di Botanica della Facoltà di Scienze e ricopre tale carica fino al maggio del 1976, nello stesso anno sostiene, con esito positivo, il concorso di Assistente Ordinario nella Facoltà di Scienze dell’Università di Napoli.

Nell’agosto 1985 è nominato Professore Associato di Botanica, nel ‘90 è nominato Professore Associato di Fitogeografia nella medesima Facoltà di Scienze. Nell’ anno accademico 1993-94 diventa Professore di ruolo, disciplina – Botanica sistematica, ed è chiamato a ricoprire tale posto presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi della Basilicata dove ha prestato servizio dal 1994 al 1997. Nel mese di settembre dello stesso anno riceve la nomina, dalla Facoltà di Scienze Ambientali della Seconda Università degli Studi di Napoli, di Professore di Prima fascia di Botanica Sistematica, nella stessa Facoltà gli è, inoltre, stato anche conferito, per supplenza, l’incarico del corso di ‘Conservazione della natura e delle sue risorse’ e, a decorrere dall’ anno accademico 2001-2002, l’incarico, per supplenza, del corso di ‘Zoologia sistematica’ per il Corso di laurea triennale in Scienze Ambientali. Negli anni accademici dal 1997 al 2000 ha ricoperto, per supplenza l’incarico di Botanica sistematica presso il Corso di Laurea in Scienze Naturali della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali (MM.FF.NN.) dell’Università di Napoli Federico II. E’, infine, docente incaricato, dall’anno accademico 1997-98, di ‘Botanica sistematica’ presso l’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli

In quasi quaranta anni di insegnamento il prof. La Valva ha educato i suoi allievi al rigore della ricerca scientifica, senza mai dimenticare però di insegnargli che per capire veramente la natura è necessario non estraniarsi con la fredda ed asettica analisi. Chi ha conosciuto il professore sa che l’osservazione diretta dei fenomeni naturali, la curiosità per la conoscenza, il meticoloso e faticoso lavoro di raccolta dati erano sempre accompagnati da un sorriso, una parola gentile, una pacca sulla spalla, queste le parole digli studenti che hanno seguito i suoi corsi universitari.

Oltre al lodevole impegno come docente universitario il prof. La Valva ha compiuto importanti ricerche naturalistiche, contribuendo con i suoi studi al miglioramento delle conoscenze floristiche del Sud Italia, di notevole importanza i lavori sulla flora del Somma-Vesuvio, della Penisola Sorrentina, del Partenio e del Cilento. È stato inoltre il primo Presidente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano contribuendo, con le sue straordinarie doti umane e professionali, all’avviamento di questa importante area naturale.

I funerali del prof. La Valva si svolgeranno oggi, venerdì 13 agosto alle ore 17.00, nella chiesa grande della città antica di Diamante in Calabria.

Ferdinando Fontanella

Potrebbe interessarti

Procida: Dipendenti Tekra ancora con stipendi arretrati

PROCIDA – La storia, oramai, si ripete con una certa frequenza per i lavoratori alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *