Home > Procida. Muro-Lubrano hanno fallito sulla gestione dei rifiuti

Procida. Muro-Lubrano hanno fallito sulla gestione dei rifiuti

Questa la posizione del capogruppo del PD, Dino Ambrosino, che propone correttivi strutturali per migliorarla.

 

I vari gruppi politici procidani iniziano a scaldare i motori per la prossima competizione elettorale: è tempo di bilanci e proposte per <<la Procida che vogliamo>>. Uno dei nodi fondamentali da dibattere è senz’altro quello della gestione del problema dei rifiuti con particolare riferimento alla raccolta differenziata.

Non c’è dubbio che questo è uno dei principali problemi su cui le amministrazioni Muro-Lubrano hanno fallito clamorosamente. Partite con la grancassa dei mezzi di comunicazione nazionali che annunciavano l’inaugurazione del sistema dei cassonetti interrati, hanno finito per raggiungere un misero 14.99 nella percentuale di raccolta differenziata registrata nel mese di ottobre 2009. Un dato, questo, che pone l’isola di Procida tra i fanalini di coda dell’intera provincia di Napoli e che assume il sapore della disfatta se consideriamo che realtà a noi omogenee come Anacapri, Ischia e Monte di Procida raggiungono rispettivamente il 70.57%, 51.49% e 61.31%. Una debacle clamorosa, accentuata dal fatto che siamo stati il primo comune che ha introdotto la nuova tariffa Ronchi finalizzata a incentivare la separazione dei rifiuti.

I risultati certificano che su questo argomento l’Amministrazione Comunale in carica si è spesa poco e male: tre miliardi sprecati nei cassonetti interrati che giacciono inutilizzati, tre piani diversi di raccolta provati in pochi anni, approssimazione nell’impostazione e nella gestione del processo, mancanza di una incisiva comunicazione per far comprendere l’importanza dei comportamenti virtuosi, tariffe a carico di cittadini e operatori economici praticamente triplicate.

Dal canto nostro in questi anni di battaglie e proposte politiche abbiamo cercato di tenere sempre al centro dell’attenzione ed in cima all’agenda politica questo problema fondamentale per la comunità procidana. La cura della pulizia del nostro territorio è un elemento fondamentale per la convivenza civile e per dare un’adeguata accoglienza agli ospiti che ci vengono a visitare. Abbiamo insistito sulla necessità di ridurre la produzione dei rifiuti con comportamenti virtuosi e con la diffusione della pratica del compostaggio domestico. Ricordo le numerose assemblee pubbliche organizzate insieme all’Osservatorio Civico durante le quali sono stati ribaditi i principi di una corretta gestione dei rifiuti e sono state date abbondanti spiegazioni sui comportamenti più opportuni da tenere. Ricordo inoltre l’impegno in Consiglio Comunale affinché fossero riconosciuti degli sgravi sulla tariffa a quanti smaltivano nel proprio giardino la parte organica della spazzatura.

C’è da fare molto ora a Procida su questo problema. Occorre riorganizzare il servizio di raccolta partendo dall’assunto che i rifiuti non sono “mondezza” ma materiale da avviare a riciclo. Per questo motivo proponiamo la raccolta diurna dei rifiuti, con operazioni da svolgere alla luce del sole in un paio di ore della mattinata durante le quali si può ipotizzare la chiusura del traffico veicolare privato. Vanno pensati orari di conferimento associati alle diverse strade dell’isola durante i quali i cittadini possono conferire anche direttamente all’operatore i materiali differenziati. E’ importante quindi mutare la filosofia di fondo: abbandonare l’idea della spazzatura fetida da smaltire nottetempo e concepire di dover conferire alla piena luce del sole materiali da avviare al riuso. Con questo obiettivo educativo si potrebbero anche organizzare fiere del baratto da concordare con le Istituzioni Scolastiche al fine di avere il pieno coinvolgimento dei più giovani particolarmente sensibili al problema.

Il nostro mondo ha risorse limitate e ancor meno spazio per stipare i rifiuti: occorre un cambiamento politico che a partire dalle piccole realtà come Procida sia capace di votare al meglio i comportamenti dei cittadini.

                                                                                                               

Dino Ambrosino

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *