Home > Procida: “Non sarà il 1996, ma credo si ripeterà il 1996”

Procida: “Non sarà il 1996, ma credo si ripeterà il 1996”

salvatore-costagliola-1.jpgdi Manuela Intartaglia
Intervista a Salvatore Costagliola

Ex Assessore del Comune di Procida, attualmente consigliere comunale, 1172 voti conquistati alle ultime provinciali, quando si ha la fortuna di intervistare una persona come lei è tutto molto semplice, basta dare il la, soltanto è complicato decidere da dove cominciare…
Stai tranquilla che non ti tolgono ù Vattisimo.
Cominciamo con le ultime news. Si dice in giro che è un’estate di cene e cenette, con incontri tra vari personaggi della politica procidana , Lei non partecipa?
Si ma solo a quelle organizzate da me!
Forse sono partita con il piede sbagliato, è meglio tornare al 6 Aprile 2009:
cosa è successo? .
Il terremoto dell’Aquila
Assessore credo abbia capito a cosa mi riferivo: chiedevo tra Lei e il Sindaco
L’ennesima discussione su posizioni contrastanti.
Per questo motivo Lei è uscito dalla maggioranza?
Chiarisco per l’ennesima volta, il sindaco ha realizzato un Suo sogno: quello di togliere un soggetto come me dalla giunta, uno che cercava di discutere a ragion di logica gli atti deliberativi e le scelte politiche-amministrative. Qualcuno dice che ha agito in maniera subdola, io invece dico da bottegaio, ma senza offendere i bottegai, azzerando la Giunta e lasciando, per ben dieci giorni, il paese senza amministrazione, soltanto per defenestrarmi, ovvero, detto più semplicemente, per mandarmi via.
Dopo il successo ottenuto alle elezioni Provinciali con circa il 25% di voti, pari a 1172, (cifra che avrebbe raggiunto quota 1200 con le schede annullate) cosa farà alle prossime amministrative del 2010?
Sto lavorando (senza spasimi) ad una lista
Destra di Storace?
No! Sarà una lista civica, ideologicamente trasversale. Ho messo insieme una trentina di persone nuove, che hanno voglia di cambiamento; pronte a dare un contributo per migliorare l’Isola.
Questa scelta dipende dalla sua fuoriuscita dalla maggioranza?
No! Avevo deciso da tempo, a riprova conservo un mio articolo pubblicato dal “Il Golfo” nell’ agosto del 2008 , anticipo la candidatura a Sindaco nel 2010.
Quindi sarà Lei il Candidato Sindaco della sua lista?
No! Ma ho una “rosa”di nomi; persone professionali e capaci, pronte alla candidatura
Ci anticipa qualche nome?
C’è riserbo, non sarebbe corretto da parte mia, diamo tempo al tempo.
Ci dica almeno se c’ è qualoche personaggio politico noto all’isola…
Forse no, ma…. qualcuno nei trenta deve pur esserci. Però posso dirle che un dirigente graduato sta valutando la candidatura con la mia lista.
Insomma non è che ha detto molto, non ha voluto uscire allo scoperto. Ci dica almeno come intende impostare la campagna elettorale..
Ho un’idea e credo che la realizzerò. Sto terminando un opuscoletto di 50 pagine, una sintesi della storia recente della politica amministrativa degli ultimi 5 anni. Inoltre anticiperò i nomi degli assessori. L’elettorato deve conoscere chi andrà ad amministrare l’Isola; non saranno i voti a determinare le nomine, per evitare promesse elettorali.
Lei sa cosa si dice in giro? Che scopo della sua Lista è mandare a casa l’ attuale amministrazione
In giro si dicono tante cose. Spesso si corre il rischio di trovarsi in tre luoghi diversi nello stesso giorno e alla stessa ora! Non condivido più la linea dell’ attuale amministrazione, (in modo particolare il comportamento di alcuni di essi) mi è impossibile farne parte. Ma ciò che mi motiva è la passione per la politica, che non è mestiere per me. Inoltre ho un impegno nei confronti di 1200 cittadini che hanno creduto in me alle ultime elezioni provinciali. E non per ultimo, e non corregga una parola, ho la convinzione che chi amministra non deve rappresentare un peso economico per la collettività, e che ognuno vada a fare il proprio mestiere.
Perché dice: non sarà il 1996 ma si ripeterà il 1996?
Traghettai l ’M.S.I in Alleanza Nazionale. Successivamente ci furono dei dissensi da parte degli organi Provinciali del partito, e fui costretto a fare un passo indietro. Fu Luigi Muro a conquistare la leadership di Alleanza Nazionale che si presentò alle amministrative del ’96 come Sindaco, con una lista di illustri sconosciuti della politica. Il risultato? vince le elezioni…Io fui invitato a prenderne parte ma preferii starne fuori e non presentai la lista dell’M.S.I.. Questo fu un passaggio determinante per la vittoria di Muro. Spazzò via i vecchi elefanti della politica procidana. Vinse il nuovo, ed io sto lavorando per ripetere il miracolo.
Ha letto l’ultimo numero del “Procida Oggi”?
Leggo sempre Procida Oggi, trovo interessante la terza pagina, la storia. Un meritevole lavoro per i giovani e non solo.
Che ne pensa dell’ ultimo “POSACENERE”?
Tanti anni fa, un procidano, tornato dagli Stati Uniti d’America, investì i suoi risparmi acquistando pescherecci e piccole imbarcazioni che destinò al trasporto passeggeri. Quel procidano, (il Cavaliere) Quando qualcuno si azzardava a consigliargli di non rischiare i suoi risparmi con questo tipo di investimento, lui rispondeva: dottò, io a via r’America a saccio.!
Con questo vuole dirmi qualcosa di più?
Il posacenere dice: approdo, senza approdo. Io sono approdato da un bel po’ e, non è la politica che deve darmi da vivere.
Come concludiamo questo nostro primo incontro, farà la lista?
Di certo ci sarà la lista voluta dal sottoscritto. Sarà un club di amici, al 99% illustri sconosciuti della politica. Questo per ripetere il 1996, cioè vinceranno i nuovi!

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *