Home > Procida: “Per il futuro rifondare il PDL”

Procida: “Per il futuro rifondare il PDL”

Vincenzo Capezzuto jrQuesta la posizione espressa dal consigliere comunale Vincenzo Capezzuto del gruppo di “Alternativa Liberale”. Giorni piuttosto concitati e caotici per la politica procidana, con una Giunta Municipale azzerata ed un quadro complessivo completamente cambiato rispetto a quello uscito fuori dalle elezioni comunali del 2005, con i due gruppi, “Procida in Progresso” e “Unione per Procida”, che si sono progressivamente sciolti come neve al sole dando vita ad una serie di gruppi e gruppetti in cui a farla da padrona sembra essere l’incertezza.
Dopo le consultazioni che il sindaco Gerardo Lubrano ha effettuato lo scorso 17 aprile, c’è quindi attesa, e le riserve dovrebbero essere sciolte in giornata con la nomina degli assessori e l’assegnazione delle deleghe, per le determinazioni che saranno adottate e dalle quali, ovviamente, dipenderà il presente dell’amministrazione e, probabilmente, anche il futuro prossimo.Nel mentre abbiamo avuto modo di parlare con Vincenzo Capezzuto jr, componente del gruppo di “Alternativa Liberale” per il quale, così come comunicato al Sindaco Lubrano durante l’incontro avuto nelle scorse ore, l’unica via d’uscita dall’attuale crisi passa per le dimissioni del primo cittadino e nuove elezioni dopo la venuta di un Commissario che, considerato la complessità dei problemi esistenti, da esterno, potrebbe prendere decisioni meno vincolate con l’ambiente.
Da questo punto di vista, precisa il consigliere Vincenzo Capezzuto, non condivido la posizione del Sindaco Lubrano quando sostiene che, essendo stato eletto dal popolo, è obbligato a concludere il mandato quasi che la sua posizione fosse slegata da una maggioranza che oggi, per sua stessa ammissione quando dice che l’esperienza di “Procida in Progresso” è finita, non ha più.
Per quanto riguarda il futuro, sottolinea Capezzuto, partendo dall’amara costatazione che il centrosinistra non ha un gruppo di uomini e donne capace di andare oltre gli schieramenti e passare l’ostacolo delle tante differenziazioni per porsi alla guida del paese, auspico una rifondazione del PDL dove trovino spazio il meglio delle esperienze e le massime espressioni della società civile. Ed in questo senso, conclude Capezzuto, che il gruppo di “Alternativa Liberale” può costituire l’esempio e la strada da seguire in quanto nasce con lo spirito di fondere diversi modi di vedere le cose, ed a tal proposito colgo l’occasione per esprimere il mio dissenzo con le posizioni espresse, in un recente articolo pubblicato da “Il Golfo”, dall’amico Tommaso Strudel in cui, a mio modo di vedere, si entra in vicende troppo delicate e personali da cui la politica, con le sue polemiche, farebbe bene a stare alla larga, senza compromettere quello che è l’obiettivo principale di dare alternative credibili alla nostra isola.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *