Home > Procida. Più di 500 le social card richieste.

Procida. Più di 500 le social card richieste.

Da un primo provvisorio resoconto sembrano essere più di 500 i cittadini procidani che si sono recati presso l’Ufficio Postale dell’isola, sito in via Libertà, ed hanno formulato formale richiesta per la social card. Questa è una carta acquisti, dalla forma del tutto simile ad una normale tessera magnetica per fare raccolta punti al supermercato o carta sanitaria, con onere a carico dello Stato, l’onere sarà finanziato attraverso il gettito proveniente dalla cosiddetta “Robin Hood tax” a carico di petrolieri e banche, e rientra tra le misure messe in campo dal Governo Berlusconi per sostenere i redditi più bassi in un contesto economico di crisi come quello attuale.
La carta avrà un valore complessivo di 400-550 euro l’anno e potrà essere usufruita da oltre 1 milione e 300.000 italiani, con priorità per gli anziani e le famiglie con bambini piccoli. La carta è prepagata e ricaricata direttamente dallo Stato, anonima e con incentivo all’utilizzo, ed ogni due mesi verranno verificate e dunque ricaricate o disattivate dalla pubblica amministrazione.
Gli esercizi commerciali stipuleranno apposite convenzioni con i ministeri e assicureranno uno sconto sugli acquisti effettuati con la carta.
Ma non tutto, anche considerando l’elevato numero di tessere in circolazione, è ancora a pieno regime. La tessera prepagata di 40 euro mensili distribuita dal mese scorso, infatti, sta incontrando molti intralci. Il Ministero ha pubblicizzato l’iniziativa inviando lettere anche a chi non aveva i requisiti per accedere al bonus del governo, alcune tessere sono state bloccate perché le domande per ottenerle erano incomplete, e per finire molte carte sono state consegnate senza essere cariche.
A Padova, per esempio, su 15 mila aventi diritto solo in 5 mila usufruiscono della social card secondo una inchiesta della stampa locale, gli altri non hanno ancora avuto l’accredito. Presso i punti vendita che accettano la social card, per esempio certi i supermercati, si stanno verificando tanti inconvenienti e a Firenze si sono organizzati con un punto informazioni per i possessori di social card dentro le Coop.
Da questo punto di vista, considerato l’elevato numero di tessere in circolazione anche sulla nostra isola e quelle che ancora potrebbero essere attivate entro il prossimo 28 febbraio, data ultima per ricevere anche gli arretrati di 120 euro relativi ai tre mesi precedenti, sarebbe il caso che le associazioni di categoria maggiormente rappresentative operanti sul territorio, ASCOM e CONFESERCENTI, per esempio, si prodigassero per far conoscere ai cittadini quali e quanti sono le attività commerciali convenzionate, in modo particolare generi vari ed alimentari, presso le quali rivolgersi per fare acquisti con la social card.

(da “IL GOLFO” 27 gennaio 2009)

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *