Home > Procida: Portiamo le scuole al San Carlo.

Procida: Portiamo le scuole al San Carlo.

di Francesco Marino

Il vituperato Antonio Bassolino sarà certamente ricordato come il Governatore della “munnezza” ma gli va dato atto che verrà ricordato anche per aver riportato agli antichi splendori il San Carlo. Il 27 gennaio, alla presenza del napoletanissimo presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (che ha sempre snobbato Procida pur essendo stato invitato sin dal 7 maggio 2008) è stato inaugurato il teatro più antico e più bello del mondo: il San Carlo.
Il teatro è stato restaurato con i fondi della Regione Campania il tutto con tempi record, rispettando i preventivi ed i costi. Un caso raro e forse irripetibile nel panorama dei lavori pubblici della nostra regione.
A Procida fischieranno le orecchie all’aspirante sindaco Vincenzo Capezzuto, che ha messo in cantiere tanti lavori tutti con un unico comun denominatore:
LAVORI A TEMPO INDETERMINATO.
Procida questa estate ha premiato il maestro Muti, è Patria della voce dell’angelo Maria Dragoni ed ha numerosi amanti della musica tra questi Enzo Esposito e Giacomo Retaggio. Ebbene sarebbe bello se i nostri assessori, alla cultura e all’istruzione, di concerto con le scuole, prendessero l’iniziativa di portare i ragazzi al San Carlo così da dare lustro agli ultimi giorni dell’attuale amministrazione Lubrano. Invece di sponsorizzare il modesto spettacolo da circo meglio chiudere in bellezza come Bassolino.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *