Home > Procida: Riforme e Cambiamento.

Procida: Riforme e Cambiamento.

I Socialisti hanno costituto da mesi una aggregazione politico-amministrativa, “RIFORMISTI PER una “unità isolana” che veda impegnati tutti coloro che sono disponibili in uno sforzo unitario per superare i tanti punti di crisi in cui si dibatte il Comune e l’intera comunità, privilegiando ciò che unisce, non ciò che divide..
La rappresentanza consiliare “Riformista” ha adottato la stessa denominazione ed ha operato in coerenza con tali obiettivi, pur tra difficoltà e incomprensioni sia da parte dell’ Amministrazione in carica che di coloro che hanno scelto lo scontro come regolamento di conti.
E’ questa una logica che, al di là di chi vince o chi perde, non arreca benefici al paese ma alimentando sterili e personalistiche contrapposizioni crea macerie materiali e morali.
L’ “unità” non può essere disgiunta da un progetto amministrativo con scelte condivise.
Come Socialisti riteniamo di poter contribuire con i contenuti del “Progetto” di sviluppo socio-economico, unico nella storia amministrativa isolana, alla base della nostra proposta amministrativa, che tanti consensi ebbe a raccogliere e di cui avviammo la realizzazione nel breve periodo della nostra partecipare alla gestione del Comune.
E’ noto l’evolversi degli eventi successivi, dall’89 ad oggi, dal tragico dissesto finanziario del Comune allo stato attuale. In questo lasso di tempo, eventi nazionali hanno sconvolto quelli assetti politici con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti.
I Socialisti procidani aderiscono al Partito Socialista, impegnati a ricostruire un’area politica a difesa dei valori di equità sociale ed economica e di partecipazione democratica.
Questa nota non tende a sollecitare adesioni politiche a tale raggruppamento ma rappresentare l’esigenza di un contributo operativo in sede amministrativa da parte di quanti, da Socialisti eletti nelle Istituzioni, militanti del Partito, o elettori, in quel “Progetto per Procida” credettero, si impegnarono ed operarono per anni affinché, aggiornato, possa rappresentare l’ancora di salvezza per il presente e creare futuro per Procida.
L’impegno, la testimonianza, l’apporto di quanti furono protagonisti o sostenitori di quella stagione politica positiva possono oggi costituire il nucleo centrale di sostegno ad una proposta amministrativa rinnovata, in grado di riannodare i fili di quello sviluppo socio-economico che, come Socialisti, insieme avviammo. Possiamo rilanciarlo oggi con la forza di una “unità” tra le esperienze passate e quelle intanto maturate, insieme al nuovo che la nostra società esprime.
Nell’invitarti a considerare la tua adesione all’iniziativa come atto di responsabilità verso il paese, ti salutiamo cordialmente,
Procida, 15 ottobre 2009
I Consiglieri Comunali: Maria Capodanno e Tecla Lubrano

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *