Home > Procida: RUSPE IN AZIONE PER IL RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI

Procida: RUSPE IN AZIONE PER IL RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI

L’ ASOIM – Associazione Studi Ornitologici Italia Meridionale, la LIPU – Lega Italiana Protezione Uccelli ed il WWF, hanno organizzato per mercoledì 21 ottobre alle ore 16.30 presso la Redazione de “Il Denaro”, in Piazza dei Martiri a Napoli, la tavola rotonda fra Aldo De Chiara, Procuratore Aggiunto e dirigente la Sezione “Urbanistica e Ambiente” della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli; Vincenzo Stabile, Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato; Danila Mastronardi, Presidente dell’ASOIM; Ornella Capezzuto, Presidente Regionale WWF e Fabio Procaccini, Delegato Provinciale LIPU, durante la quale verrà fatto il punto della situazione sulle attività demolitive in corso.
All’incontro interverranno anche i Sostituti Procuratori della Sezione “Urbanistica e Ambiente” della Procura della Repubblica Antonio D’Alessio, Giovanni Galasso, Maurizio De Marco e M. Laura Lalia Morra.
Nell’occasione, le tre Associazioni Ambientaliste consegneranno al Procuratore Aggiunto Aldo De Chiara, che sta curando anche le pratiche dell’isola di Procida, un documento di sostegno all’azione che la Sezione”Urbanistica e Ambiente” della Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli sta conducendo per restituire la natura manlevata alla natura.
Con questo documento l’ASOIM, la LIPU ed il WWF chiedono al Ministro per le Infrastrutture e i Trasporti – On. Altero Matteoli, di stimolare l’accelerazione dell’iter delle demolizioni, e unitamente chiedono ai rappresentanti della Regione Campania di intervenire pubblicamente a sostegno della Procura di Napoli e di farsi promotori di iniziative che tendano alla realizzazione delle demolizioni e al ripristino dello stato dei luoghi.
Come molti ricorderanno l’iter per l’abbattimento degli immobili illegalmente realizzati, intrapreso nei mesi scorsi dalla Procura di Napoli, era stato sospeso per il periodo estivo, da un lato, per perfezionare gli atti relativi ai finanziamenti occorrenti per procedere a tale tipo di attività, dall’altro, per verificare la possibilità di trovare una strada politica in grado di salvaguardare, almeno, gli abusi di necessità, e normare la complessa materia urbanistica ed eliminare le disparità tra i cittadini campani e quelli di altre regioni circa l’applicabilità, ad esempio, del terzo condono edilizio. Su queste versante, al momento, tante proposte e buoni propositi ma nulla di più cosa che aumenta la possibilità che, nelle prossime ore, le ruspe, senza ulteriore preavviso, possano entrare in azione in più di un Comune per procedere alle demolizioni già pianificate.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *