Home > Procida. Sciopero armatori: ripercussioni sul servizio rifiuti urbani

Procida. Sciopero armatori: ripercussioni sul servizio rifiuti urbani

Il prolungarsi dello stato di agitazione degli armatori privati, che dallo scorso 10 gennaio 2009 hanno interrotto le corse da e per l’isola di Procida, ci impone una seria riflessione, sia per quanto riguarda le difficoltà nella mobilità di studenti, pendolari ed attività commerciali sia per quanto riguarda il trasporto dei rifiuti solidi urbani in terraferma. A tal proposito desta grande preoccupazione l’impossibilità di svuotare i camion compattatori e, fermo restante l’attuale stato delle cose, nelle prossime 48 ore saremo costretti a sospendere il servizio di raccolta, con inevitabili ripercussioni igienico-sanitarie.
Ci rivolgiamo alle Autorità preposte (Prefetto di Napoli, Regione Campania e Ministero dei Trasporti) affinché si raggiunga, in tempi brevi, una risoluzione della problematica che, per le peculiarità dell’isola di Procida, tende a penalizzare l’intera comunità.

Dalla Civica Residenza, 12 gennaio 2009

Il Sindaco
Cap. Gerardo Lubrano Lavadera

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *