Home > Procida. Si dimezza l'interesse per Tirrenia

Procida. Si dimezza l'interesse per Tirrenia

All’inizio della seconda fase della privatizzazione di Tirrenia si dimezza il numero di soggetti in gara. Scendono infatti a otto (da sedici) coloro i quali confermano la manifestazione di interesse all’azionista Fintecna (il Tesoro). Tra questi tre armatori campani: Vincenzo Onorato (Moby), Nicola Coccia (Gestioni Armatoriali, in cordata con TTT Lines) e Salvatore Lauro (Mediterranea Holding di Navigazione). Il nome che non compare, almeno ufficialmente, è quello di Gianluigi Aponte, patron di Snav, che potrebbe però celarsi dietro un fondo. Anche i fondi in corsa sono tre: Cep III Participations Srl Sicar (The Carlyle Group), Cinven Ltd (con advisor la francese Lazard e l’italiana Vsl diretta dal napoletano Fabrizio Vettosi, consigliere di Moby) e F2i Sgr. Ci sono poi Grandi Navi Veloci e la multinazionale della mobilità Trans Ferry.

Tutti presentano a Unicredit Bank, consulente finanziario di Fintecna, le “confort letters” (lettere di conforto) degli istituti bancari a sostegno del finanziamento per l’operazione, che riguarda l’acquisto dell’intero capitale sociale di Tirrenia e della controllata siciliana Siremar. Dopo aver compiuto la due diligence (la lettura dei documenti contabili e legali), gli otto soggetti in corsa vengono quindi ammessi alla seconda fase di data room con la visita delle navi.

Entro fine maggio (per il giorno 5 i sindacati hanno confermato lo sciopero di 24 ore) è attesa la presentazione del piano industriale da parte dei potenziali acquirenti ed entro fine giugno è prevista la presentazione delle offerte vincolanti. A quel punto entrerà
nel vivo la gara e si vedrà se ad aggiudicarsi la compagnia di navigazione e Siremar saranno i grandi fondi finanziari o gli armatori.

fonte: procidamia.it

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *