Home > Procida: tempo di censure. Una breve risposta di Gianni Romeo al sindaco Lubrano

Procida: tempo di censure. Una breve risposta di Gianni Romeo al sindaco Lubrano

Prof Gianni Romeo, responsabile dell'osservatorio civicoContinua il botta e risposta tra l’osservatorio civico ed il Sindaco

Merita qualche rapida considerazione, malgrado gli incomprensibili toni livorosi e i ridicoli attacchi personali, una lunga risposta del sindaco alla semplice esposizione di una serie di fatti. Mi sarei inventato tutto, insomma, avrei accusato falsamente un sindaco aperto e liberale, non avrei le prove di quanto dico. Ecco allora i pochi dettagli che non ho scritto per non annoiare i lettori. Da tempo, (immagino perché il sindaco si era reso conto che le assemblee non erano pensate per combattere lui, che tante volte è intervenuto liberamente, ovviamente con il contraddittorio), ottenevo la sala o telefonando al segretario, sig. Barone, o chiedendo l’autorizzazione al consigliere Ambrosino, che condivide da tempo con me questo modo di fare politica. Se bisogna tornare alle pratiche formali lo farò subito, non dubiti il buon Lubrano. Quanto agli inviti, i testi dell’altoparlante – basta chiederlo al sig. Schiano di Zenise – contengono sempre l’invito a tutti gli amministratori a partecipare. Se dovrò passare per il protocollo, lo farò, anche se mi sembra un po’ eccessivo. Ancora, a proposito della maldestra minaccia di non dare più la sala se si vuol discutere di elezioni, c’è stata, eccome: testimone è lo stesso consigliere Ambrosino. Quanto ai fatti del 1983, non ho niente da nascondere, neppure i miei errori, ma se sulla bilancia mettessimo l’operato suo e dei suoi maldestri consiglieri in tutti questi anni, non so proprio se a lui converrebbe….

Gianni Romeo

fonte www.procidamia.it

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *