Home > PROCIDA: Traghetto Caremar si arena con 130 persone a bordo.

PROCIDA: Traghetto Caremar si arena con 130 persone a bordo.

Nella mattinata del 25 marzo, la M/N NAIADE della società CAREMAR si è arenata nel mezzo del porto commerciale di Procida con a bordo circa 130 persone.
Sul posto sono immediatamente intervenute n. 2 motovedette della Guardia Costiera procidana al fine di fornire eventuale assistenza, in caso di bisogno, ai passeggeri, nonché al fine di coadiuvare le operazioni di disormeggio coordinate dal Circomare isolano anche con l’ausilio di un’imbarcazione del locale Gruppo Ormeggiatori.
Sebbene il Circomare avesse anche già disposto l’intervento del Rimorchiatore “Steven” impegnato in quel momento nei pressi di Vivara, l’intervento del suddetto mezzo non è stato tuttavia necessario, in quanto intorno alle ore 11:40 la M/N NAIADE è riuscita a “liberarsi”.
A quel punto, però, sono subentrati i comprensibili problemi in banchina con passeggeri e autotrasportatori che, già provati da quanto accaduto, cercavano di avere informazioni sulla possibilità e sulle modalità di proseguire il viaggio verso Ischia.
L’Ufficio Circondariale Marittimo di Procida, presente in forze in banchina, ha fornito ogni assistenza ai passeggeri, dando anche le relative informazioni su tempi e modalità di prosecuzione del viaggio.
In effetti, il Circomare isolano, aveva già preso contatti con la società CAREMAR rappresentando la situazione e ricevendo assicurazioni sull’intervento di altre unità della società con corse eccezionali. Nel primo pomeriggio la situazione era completamente risolta, mentre la stessa M/N NAIADE, effettuata una visita RINA, ha avuto il via libera a riprendere le corse.
L’Ufficio Circondariale Marittimo di Procida ha, intanto, aperto un’inchiesta sull’accaduto. A tal proposito per il sindaco Gerardo Lubrano Lavadera >

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *