Home > Procida. TRASPORTI MARITTIMI: RIUNIONE URGENTE DEI SINDACI.

Procida. TRASPORTI MARITTIMI: RIUNIONE URGENTE DEI SINDACI.

IL TESTO DELLA LETTERA DEI SINDACI:
I Sindaci dei Comuni dell’Isola d’Ischia, oggi 10/01/2009 alle ore 11.00, si sono riuniti presso gli uffici della Residenza Municipale del Comune di Ischia, insieme ai sindaci di Capri, Anacapri e Procida per discutere del grave problema connesso allo sciopero in atto operato dalle compagnie marittime operanti nel golfo di Napoli ed aderenti all’ACAP. Gli stessi Sindaci tenuto conto che la sospensione a tempo indeterminato delle corse dalle stesse effettuate, sta causando innumerevoli danni in termini di mobilità, continuità territoriale ed economicità per l’intera comunità isolana e problemi di ordine pubblico;assunto che la stessa sospensione dei collegamenti, determina una interruzione degli approvigionamenti di beni di prima necessità, di carburante e del trasporto dei rifiuti in Continente, causando anche inevitabili emergenze di natura igienico-sanitaria, andando inoltre a vanificare lo sforzo profuso dal Governo nazionale per risolvere il problema rifiuti e garantire la vivibilità del territorio nonché, non da ultimo, quello di dare maggiore visibilità alle Isole del Golfo; “DECIDONO”
di stigmatizzare” la sospensione delle corse attuata dal giorno 12/12 al 16/12” e di nuovo a partire dal 10/01/2009 a tempo indeterminato, dalle Compagnie Marittime private operanti nel Golfo di Napoli ed aderenti all’ACAP, in quanto di fatto hanno penalizzato la comunità isolana senza tener conto minimamente dei diritti alla mobilità dei cittadini e determinato ingenti danni economici al comparto turistico isolano;
di invitare il Prefetto e la Regione Campania ad accertare: se le modalità dello sciopero attuato dal 12/12/2008 al 16/12/2008, e di quello in corso dal 10/01/2009 a tempo indeterminato, sono legittime; se è possibile sospendere tratte marittime vincolate dall’obbligo di servizio pubblico; se lo sciopero effettuato risulta compatibile con quanto previsto dalle convenzioni in essere.
di invitare il Prefetto e la Regione Campania a che si ripristinino ad horas anche ricorrendo all’istituto della precettazione tutte le corse soppresse , in quanto il perdurare di tale situazione provocherà certamente problemi di ordine pubblico di difficile gestione;
di provvedere, vista la totale inaffidabilità delle Compagnie private operanti nel golfo di Napoli, all’indizione di gara ad evidenza pubblica europea per tutte le tratte con Obbligo di Servizio Pubblico in quota ai privati, e rimodulazione degli orari garantendo altresì i livelli occupazionali dei marittimi attualmente occupati con gli opportuni passaggi di cantiere;
di richiedere al Prefetto e alla Regione Campania, qualora fossero accertate le irregolarità di cui al punto precedente, l’adozione di provvedimenti consequenziali e sanzionatori, non esclusa la revoca delle concessioni in essere, in caso di accertate responsabilità e/o comportamenti omissivi.
di trasmettere tutti gli atti alla Procura della Repubblica per verificare ed eventualmente perseguire reati scaturenti dai fatti su esposti.
Fonte: Teleischia 10 gennaio 2008

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *