Home > Procida:Sedate le fiamme in un palazzo storico a “Ciraccio”

Procida:Sedate le fiamme in un palazzo storico a “Ciraccio”

Sono le ore 15.10 di sabato 19 settembre, la Protezione Civile di Procida è allertata telefonicamente per un incendio sviluppatosi nella proprietà della famiglia Schiano di Zenise in via Flavio Gioia località “Ciraccio”. In pochi minuti Antonio Meglio e i suoi ragazzi sono sul posto per constatare che i locali, adibiti a cantina e deposito, situati al piano terra del palazzo storico denominato “ Palazzo Porta ” appartenente alla famiglia Schiano di Zenise, sono avvolti in fiamme alte con gli ambienti saturi di fumo e scarsa visibilità.
Meglio,Trio, Potere, Casalnuovo, Cerbino, Scandurra, Gamba, Sasso, di Martino, i volontari che, anche questa volta, hanno saputo affrontare la situazione nel migliore dei modi attaccando le fiamme con getti d’acqua a bassa pressione, collocando in posizione sicura le bombole di gpl rinvenute e allontanando gli occupanti dell’abitazione.
Le fiamme, alimentate dal vento pomeridiano di maestrale, e la grande quantità di materiale di vario tipo (masserizie, elettrodomestici, pile di giornali, tavole di legno comunemente usate nell’edilizia civile, attrezzi da giardino, pannelli di legno e vetroresina, ecc) hanno complicato e reso le operazioni estremamente pericolose. Dopo circa due ore la situazione è migliorata e due volontari, muniti di autorespiratore, si sono addentrati all’ interno dell’abitazione, dove le fiamme erano ancora vive, procedendo all’estinzione dei focolai ancora in atto nonché alla bonifica dei luoghi. Fiamme ed elevata temperatura hanno causato il distacco dell’intonaco e delle pignatte dal soffitto della veranda e danneggiato parte della vetrata antistante il cortile, nessun danno si registra invece agli appartamenti situati al primo piano e alle persone.
Nel complesso oltre 5.000 litri d’acqua utilizzati per le operazioni di spegnimento e per il rifornimento idrico dell’automezzo antincendio (Bremach BG*095.VF) è stato necessario utilizzare l’idrante posto in Via IV Novembre in quanto quelli di via Flavio Gioia sono risultati non accessibili.
Dopo tre lunghe ore di operazioni, unitamente agli uomini dei Carabinieri di Procida guidati dal Comandante Stazione CC. M.llo Evangelista Fabio e al personale della locale Polizia Municipale, sono iniziati i rilievi, che proseguiranno nei prossimi giorni, per permettere di comprendere le cause che hanno generato l’accaduto.
Sottolineamo, ancora una volta, l’importanza di avere sul posto una squadra efficiente di volontari della Protezione Civile, “angeli custodi” che, semplicemente ed unicamente per spirito di servizio, in molti casi autofinanziandosi, mettono il loro tempo e la loro stessa integrità fisica a disposizione della collettività. L’auspicio è che ci sia sempre maggiore attenzione, da parte delle Istituzioni ma anche delle associazioni di categoria, di comitati e cittadini, nei confronti di una struttura della cui competenza, professionalità e dotazione di attrezzature e mezzi può dipendere la vita di ognuno di noi.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *