Home > REAL VOLTURNO vs ISOLA DI PROCIDA 2-1

REAL VOLTURNO vs ISOLA DI PROCIDA 2-1

di Mario Lubrano Lavadera

Prima sconfitta in campionato dei biancorossi che perdono il primato in classifica occupao proprio dal Real Volturno. Mister Citarelli schiera la formazione che ha affrontato le ultime due gare mentre il Real Volturno si presenta in campo con una formazione molto accorta ma subito pronta a ripartire. All’ 8’ arriva la prima occasione per il Procida: Del Gaudio crossa dalla destra con Intartaglia che colpisce di testa sul secondo palo ma blocca senza problemi Diana. Passa appena un minuto ed il Real Volturno raggiunge il vantaggio : lungo lancio in profondità per Palumbo che arrivato davanti a Capece lo scavalca con un pallonetto, la palla colpisce il palo e arriva sul sinistro di Polise che la mette in rete. Al 18’ Bottone pesca Russo sull’inserimento, l’esterno del Procida calcia al volo di destro con Diana che si distende e mette in corner. Al 19’ contropiede dei padroni di casa con Di Sorbo che arrivato al limite calcia di sinistro a lato. Al 32’ Bottone scambia con Autiero da calcio d’angolo e crossa al centro, in area di rigore c’è la sponda di Massimo e la girata al volo di Alessandro Malgieri che indirizza di poco a lato. Al 35’ strepitosa azione del Procida : Intartaglia si accentra dalla destra e serve Bottone che di prima lancia sulla destra Russo, cross al centro per Liccardi che da solo in piena area mette a lato di testa. Al 38’ azione personale di Palumbo che calcia dal limite dell’area mandando alto. Al 41’ lancio in profondità per Polise che sfrutta l’errore della difesa procidana e si presenta da solo davanti a Capece e lo batte con un preciso tiro che si infila nell’angolino. Al 47’ triangolo tra Offreda e Palumbo con tiro di quest’ultimo che viene bloccato da Capece. Termina con il doppio vantaggio dei padroni di casa il primo tempo. Nella ripresa la storia non cambia. Il Procida sostituisce Del Gaudio, in dubbio fino all’ultimo dopo un brutto colpo subito contro il Real Suessola, per Franco. Intartaglia viene spostato in mezzo al campo accanto ad Alessandro Malgieri ed insieme i due esperti calciatori biancorossi saranno i trascinatori per il tentativo di rimonta. Sempre straordinario l’impegno e l’amore per questa maglia del capitano isolano che anche quest’oggi è stato tra i migliori in campo. Ma è il Real Volturno ad andare vicino al gol nel primo quarto d’ora. Al 10’ Offreda rientra dalla destra e calcia di sinistro a lato. Un minuto più tardi ci prova Palumbo che servito sul vertice sinistro dell’area da Di Sorbo calcia a giro di destro con la palla che termina non lontana dall’incrocio. Al 12’ Massimo Malgieri commette fallo di mano al limite dell’area. Il direttore di gara Rinaldi di Salerno estrae per la seconda volta il cartellino giallo ai danni del difensore isolano con la conseguente espulsione. Assolutamente errata la decisione dell’arbitro : il tocco di mano era involontario ed è stata ingiusta la seconda ammonizione ai danni di Malgieri. Al 14’ ci prova Offreda dal limite ma la sua conclusione si perde di poco alta. Al 16’ Bottone crossa da calcio d’angolo, in area arriva il colpo di testa di Liccardi con deviazione del portiere e Di Sorbo per contrastare Costagliola mette la palla nella propria porta ma l’arbitro annulla per fallo di Costagliola. Dubbia anche questa decisione del direttore di gara, assolutamente insufficiente in questa gara. Al 19’ Russo crossa da destra, tiro al volo di Autiero che termina alto. Un minuto dopo lo stesso Russo mette a centro per Bottone che in piena area sfiora il palo di testa. Al 27’ azione personale di Bottone, che parte dalla sinistra, si accentra e calcia di destro non di molto alto. Un minuto più tardi Alessandro Malgieri riceve palla al limite e senza pensarci due volte calcia di sinistro nell’angolino basso con Diana che si distende ma nulla può sulla conclusione del centrocampista procidano. Dopo il due a uno il Procida si spinge in avanti in cerca dl pareggio e al 30’ il Real Volturno riparte in contropiede con Palumbo che lancia Polise, tiro di punta dal limite dell’attaccante locale che viene bloccato da Capece. Al 36’ Intartaglia mette al centro su punizione dalla destra, in area c’è il colpo di testa del neo entrato Aiello che viene bloccato da Diana. Al 39’ succede qualcosa che non si vede tutti i giorni nelle partite di calcio. Con sei minuti di anticipo l’arbitro Rinaldi di Salerno fischia la fine della gara. I dirigenti del Procida scattano dalla panchina con gli orologi al polso che testimoniavano il palese errore dell’arbitro e la partita viene sospesa per ben dieci minuti. Con l’intervento dei guardalinee e del commissario di campo la partita viene ripresa con alcuni giocatori del Procida, come Capece e Senese, che già erano rientrati negli spogliatoi. Episodio che ha danneggiato il Procida, perché ha spezzato l’assedio degli isolani, e che testimonia la giornata di totale confusione del direttore di gara. Ripresa la partita il Procida ha solo un’occasione al 41’ : Intartaglia calcia su punizione e la palla, dopo una deviazione di un difensore sfiora l’incrocio. Una giornata sfortunata per il Procida che ritorna sull’isola con una sconfitta immeritata. Sabato allo “Spinetti” arriva il San Pio Mondragone che aspira sicuramente alle posizioni alte della classifica.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *