Home > politica > Ridurre i rifiuti in cambio di buoni sconto per i cittadini. Cascone interroga l’Amministrazione

Ridurre i rifiuti in cambio di buoni sconto per i cittadini. Cascone interroga l’Amministrazione

mariano casconeIl Consigliere Comunale del gruppo “La Svolta”, avv. Mariano Cascone ha presentato una interrogazione a risposta orale in Consiglio Comunale relativa alla installazione, nel Comune di Procida, di eco compattatori per il riciclo dei rifiuti con buoni sconto e risparmio per i cittadini.

“Molti Comuni italiani – scrive Cascone – si sono dotati di eco-compattatori, cioè raccoglitori di materiali che rilasciano ai cittadini dei buoni sconto da spendere negli esercizi convenzionati. Solo nell’anno 2013 ben 40 Comuni, 50 scuole e 160 supermercati italiani hanno avviato progetti simili. Nella pratica, in cambio di 50 bottiglie, viene emesso un buono del valore di 2 € da utilizzare su una spesa da 20 € oppure vengono offerti prodotti e servizi gratuiti o comunque scontati. I rifiuti, ridotti di volume negli appositi contenitori, vengono consegnati direttamente alle aziende di riciclaggio che si occupano del servizio, senza passare dalla discarica o dai siti di stoccaggio.

Uno degli impianti più utilizzati è Garby. Questo dispositivo- continua il rappresentante de “La Svolta” – ha la capacità di contenere mille bottiglie in plastica al giorno, pari a 500 litri ed è dotato di tre bocche: una per la plastica Pet trasparente o azzurrina (bottiglie di acqua), una per quella colorata, un’altra a scelta per l’Hdpe (Polietilene ad alta densità), cioè i flaconi o le lattine di alluminio. Questo impianto è capace di smaltire dagli 800 chili a una tonnellata di materiale riciclabile. L’apparecchio, così come in generale tutti gli eco-compattatori, è ceduto in comodato d’uso a Comuni, scuole ma anche a privati e pertanto non vi sono costi aggiuntivi per il Comune in caso decidesse di dotarsi di tali apparecchi. Facendo un esempio concreto, il Comune di Narni, in provincia di Terni, è uno dei Comuni che, grazie agli impianti installati, potrà risparmiare 12 mila chili di spazzatura all’anno. Per caratteristiche tale Comune è paragonabile a Procida.Pertanto, una tale iniziativa, che si ribadisce essere totalmente a costo zero per il Comune di Procida, comporterebbe un risparmio diretto sulla bolletta delle famiglie procidane nonché un guadagno diretto rappresentato dal rilascio dei detti buoni spesa da spendere negli esercizi convenzionati, con vantaggio anche per l’economia isolana. Tutto ciò premesso e considerato – conclude il Consigliere Cascone – le domande sorgono spontanee: Perché l’Amministrazione non ha preso in considerazione l’ipotesi di installare tali apparecchi sul territorio isolano? Dove, ad oggi, vengono conferiti i rifiuti plastici raccolti sul territorio isolano e che ritorno economico ha l’ente Comune dal loro riciclo? E’ intenzione dell’Amministrazione dotarsi in tempi brevi e certi di tali apparecchi.”

Ma l’avvocato Mariano Cascone, rivolgendosi al titolare della delega all’ecologia, il vicesindaco Elio De Candia, rincara la dose: “In tempi di crisi – sottolinea Cascone – il Comune deve ingegnarsi per realizzare politiche che facciano risparmiare soldi ai cittadini. Con questa iniziativa, totalmente a costo zero per le esangui casse comunali, le famiglie procidane avrebbero un risparmio diretto sulla bolletta ed un guadagno indiretto con i buoni spesa che vengono rilasciati all’atto del conferimento delle bottiglie negli eco compattatori. Mai possibile che nessuno ci abbia mai pensato? L’assessore all’ecologia dorme?”.

Potrebbe interessarti

Politica, impegno collettivo per costruire il “senso” di vivere bene insieme

Di Michele Romano PROCIDA – Il buio delle tenebre attraversa la storia contemporanea della società …

3 commenti

  1. Elio de Candia è silente da cinque anni. Non è una novità.

  2. valli a capire i nostri amministratori, alcuni si vedono e si sentono solo in determinate occasioni, vedi le elezioni, per cui……..e poi quanti si interessano dei veri problemi della cittadinanza? questo si che sarebbe un bel tornaconto per le tasche dei procidani….ma

  3. Concordo con Mario. Invece di fare cose concrete come questa proposta da Cascone si continua solo con le promesse. Saranno cancellati la prossima volta perché la gente si è scetata dal Sonno di 20 anni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *