Home > Si cerca di trovare vie di uscita nella “guerra del pesce” tra Ischia e Procida.

Si cerca di trovare vie di uscita nella “guerra del pesce” tra Ischia e Procida.

Sembra trovare uno sbocco “pacifico” il contenzioso apertosi tra l’amministrazione procidana e il sindaco d’Ischia Giosi Ferrandino, sfociato, come si ricorderà, in una serie di botta e risposta al fulmicotone attraverso le pagine del nostro giornale tra l’assessore alla pesca e trasporti del Comune di Procida, cap. Pasquale Sabia e il consigliere del consorzio Regno di Nettuno, rag. Luca Spignese, in merito all’Ordinanza n°230 dell’11 agosto 2009 firmata dal sindaco Ferrandino in cui si vieta ai pescatori procidani di vendere il proprio prodotto nelle aree individuate dal Comune di Ischia sul proprio territorio.
A tal proposito registriamo una nota, Prot 11316 del 3 sett. 2009, a firma dell’assessore Sabia, e del vice sindaco di Procida, Avv. Luigi Muro, inviata al sindaco Ferrandino, nella quale si cerca di smorzare i toni della controversia e : “In riferimento all’ordinanza di cui all’oggetto, fermo restante che il Comune di Procida ha deliberato la resistenza in giudizio avverso a tale atto, si chiede, anche al fine di ripristinare cordiali rapporti fra le Pubbliche Amministrazioni, di provvedere all’immediato annullamento dell’ordinanza stessa. Essa non trova fondamento nella situazione di fatto in essere ed è assolutamente discriminatoria nei confronti della Comunità Procidana.In attesa di un positivo riscontro augurandoci di poter revocare il contenzioso fra i due Comuni, inviamo distinti saluti.”
Da sottolineare che nel mentre anche la locale sezione del Partito Democratico, dopo un incontro avuto nei giorni scorsi con il dott. Nicola Pellecchia, responsabile dell’A.Di.Ri Pesca, interviene nella vicenda ed il coordinatore, dott. Giovanni Villani, ci fa sapere che “si stanno seguendo con attenzione i processi in corso nel settore pesca a Procida. In modo particolare si stanno considerando con una certa preoccupazione le richieste di demolizioni avanzate da diversi armatori di imbarcazioni da pesca. Per quanto ci riguarda – continua Villani -siamo a disposizione per sostenere nuovi investimenti ed iniziative di riconversione delle attività con la garanzia del nostro pieno sostegno presso le altre istituzioni competenti. A tale scopo si comunica che nei prossimi giorni una delegazione PD accompagnerà i rappresentanti dei pescatori nell’incontro che si terrà a Ischia con il Sindaco Ferrandino. In tale occasione si richiederà di modificare il recente provvedimento che impedisce la vendita del pescato procidano presso l’isola d’Ischia allo scopo di rimuovere un ostacolo al libero commercio e di rispettare le istanze della categoria.”
Notizia dell’ultima ora una nota del Sindaco Ferrandino inviata al Comune di Procida, a riscontro della prima missiva, nella quale si precisa che “è stato dato mandato agli uffici competenti di controdedurre in merito, al fine di porre rimedio al conflitto instauratori, nel rispetto di tutte le parti in causa.”

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *