Home > Un piccolo duomo di Milano rompe la faccia a Berlusconi

Un piccolo duomo di Milano rompe la faccia a Berlusconi

di Rudy Bandiera

Come da titolo, sapete tutti cosa è successo: tal Massimo Tartaglia, quarantaduenne milanese, ha scagliato una statuetta del duomo di Milano in faccia a Silvio Berlusconi il quale ha subito una microfrattura al naso, due fratture ai denti, un labbro tagliato e due otturazioni saltate.
Come dice Jack 3 mani, intelligente commentatore di questo blog, questo è un post o troppo facile o troppo difficile ma due righe le devo comunque buttare giù.
Partiamo da una premessa: la violenza è da condannare. Sempre.

Detto questo, Tartaglia, a cosa è servito?
Berlusconi rimane al suo posto, rafforzato e martirizzato, con la scusa di poter dire “questa campagna di odio nei miei confronti. Questo è il frutto di chi ha voluto seminare zizzania. Quasi me l’aspettavo”, di delirare come ha fatto con Emilio Fede dicendogli “Io sono un miracolato” e con l’occasione unica di far parlare i suoi tirapiedi come non avrebbero potuto fare fino a ieri.
In particolare il suo medico ieri sera, ha detto  che il premier “era preoccupato per Tartaglia, non per se stesso. Avrebbe voluto difenderlo e proteggerlo”.
Tartaglia, ma ti rendi conto di che cazzata hai fatto?
Hai fatto una cosa moralmente sbagliata, dannosa, controproducente per te e per tutti ed adesso ti fanno anche il culo in carcere.

http://www.rudybandiera.com/duomo-milano-berlusconi-tartaglia-1214.html

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *