Home > Vas: il DdL relativo al nucleare approvato al Senato é incostituzionale

Vas: il DdL relativo al nucleare approvato al Senato é incostituzionale

Il Ddl SVILUPPO RELATIVO AL NUCLEARE APPROVATO AL SENATO E’ INCOSTITUZIONALE.

VAS e Comitato per il “No al Nucleare” scrivono al Presidente della Repubblica chiedendo di non firmi il ddl  ed ai Capigruppo PD ed Italia dei Valori per porre questione in sede votazione finale ddl.

Il Presidente Napoletano non può firmare il ddl su Sviluppo relativo agli articoli 14-15 e 16 relativo alla delega al Governo perché chiaramente in contrasto con il titolo V, art 117, della Costituzione il quale recita:  “sono materie di legislazione concorrente  (Stato – Regione) quelle relative a…  produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia”.  Le centrali nucleari nella infinitesima misura del loro contributo (perché tale esso resterebbe, nonostante ogni contraria ed estremamente interessata affermazione) dovrebbero servire – ribadiscono VAS e Comitato No al nucleare – a produrre energia elettrica e perciò non possono che essere costituzionalmente regolate dal predetto Art 117.  Abbiamo riscontrato il voto contrario del PD e dell’Italia dei Valori e ne siamo felici, ma è necessario che essi chiariscano nelle dichiarazioni di voto finale  la incostituzionalità del ddl e mettano il Governo Berlusconi di fronte alle responsabilità di approvare una legge chiaramente incostituzionale. Non sappiamo se l’approvazione del ddl porterà ingenti utili economici anche a qualcuno di quelli che voteranno a favore, ma un dato certo lo possiamo dire: il prezzo delle azioni AREVA, la società nucleare francese della tecnologia dell’eventuale nucleare in Italia, che era in caduta libera passando per far riferimento alla stessa data dal valore di 706 del 24 febbraio 2008 al valore di 321 del 24 febbraio scorso, giorno della dichiarata intesa Berlusconi – Sarkozy è aumentato dopo questa intesa fino a 420 con  un valore percentuale del + 30%, con un volume di movimentazione nel giorno della dichiarazione, guarda caso, di quasi tre volte quello ordinario. (Fonte Dati: Euroinvest). Ciò a conferma che il nucleare è il più grande business per i prossimi decenni e ben poco ha da vedere, come abbiamo ampiamente su ogni piano spiegato, con il fabbisogno energetico del nostro Paese.

Guido Pollice: Presidente Nazionale VAS

Antonio D’Acunto: Comitato per il No al Nucleare

Roma, 13 Maggio 2009

Comunicato stampa

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *