Home > abbattimenti > Abbattimenti – Sindaco Ambrosino: “Accetto la rabbia di chi ha subito un trauma”

Abbattimenti – Sindaco Ambrosino: “Accetto la rabbia di chi ha subito un trauma”

PROCIDA – Dopo le considerazioni di Federica Casalnuovo pubblicate questa mattina, raccogliamo la risposta del Sindaco Dino Ambrosino che, in un post, scrive: “È comprensibile che chi subisce un trauma come l’abbattimento della casa possa voler scaricare la sua rabbia. Lo accetto. Tuttavia sento l’esigenza di condividere le informazioni, per come noi abbiamo vissuto i fatti.
Il Comune non ha organizzato la venuta dei 60 carabinieri sull’isola né ha disposto l’abbattimento di questa costruzione. Il procedimento è stato gestito dalla Procura della Repubblica che ha agito secondo i protocolli previsti. Sono stato informato a cose già organizzate, e il giorno prima dell’abbattimento ho verificato con il tecnico di parte che la famiglia fosse avvisata. 
Presumibilmente la Procura ha applicato i criteri del ddl Falanga, decidendo di procedere su questa costruzione, tra le altre del RESA, perché dagli accertamenti effettuati è stata ritenuta una seconda casa.
Il giorno dell’abbattimento non ero sul posto, ma a Roma al Ministero dell’Interno, presso il capo di gabinetto, a discutere di problemi di una certa urgenza. Ma questa non vuole essere una scorciatoia. Per me è un problema, una contraddizione, rappresentare lo Stato che esprime solidarietà mentre lo Stato esegue una pena. Ho difficoltà a gestire questa ambivalenza.
Infine, per quanto riguarda la definizione delle richieste di condono, il Comune di Procida continua a rispettare quanto previsto dalle leggi vigenti, e non potrebbe fare altrimenti. Per come stanno le cose, è sanabile ciò che è stato costruito entro il 1993, con tutti gli adeguamenti del caso. Viceversa non è applicabile nei comuni con vincolo paesaggistico la legge 326/2003, quella del terzo condono. L’alternativa agli abbattimenti è la modifica di questa legge, competenza del Parlamento, che dovrebbe estendere la sua applicazione a tutti i comuni.

Potrebbe interessarti

Venerdì 21 settembre lo storico crocifisso di Sent’cò ritorna al suo posto dopo il restauro

PROCIDA – Venerdì 21 settembre alle ore 18,00 presso la chiesa di Maria SS della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *